Il nuovo "Jesus": cambia faccia lo storico giornale della San Paolo

Arricchito, più leggibile e piacevole: si presenta così il mensile di cultura e attualità religiosa, rinnovato anche nella grafica e nei contenuti

Roma, (Zenit.org) Aurora Gabbiani | 282 hits

Firme autorevoli, inchieste giornalistiche, nuove rubriche, reportage fotografici esclusivi sono la punta di diamante di un giornale che, in linea con gli eccezionali cambiamenti della Chiesa di Francesco, riflette su Dio e sui fatti del mondo, per conoscere la vita e le speranze dei credenti, per incontrare gli uomini di ogni religione e dialogare senza paura. Tutto questo, grazie a una formula editoriale più fresca, che rende il nuovo Jesus uno spazio ecclesiale di approfondimento senza tabù, con interviste esclusive alle grandi personalità religiose contemporanee e, soprattutto, forum redazionali sui temi più scottanti e appassionanti del mondo ecclesiale.

Il rinnovamento coinvolge tutte le sezioni del giornale che si apre con “Il mese”, una rassegna sui fatti religiosi più recenti. Per entrare, poi, nel corpus centrale titolato “Nostri tempi” diviso tra il Dibattito, un tema di attualità analizzato da esperti e interlocutori autorevoli, e l'Inchiesta, dove l'approfondimento va al di là della superficie dei fatti. Ancora spazio all'attualità con l'Intervista a un protagonista della scena ecclesiale mondiale.

Chiude il giornale “Idee in circolo”, sezione più propriamente culturale: incontri e consigli di lettura, ma anche racconti di viaggio e uno sguardo al Vangelo. Due le rubriche della sezione: Il pellegrino di Canterbury, diario di viaggio di autori e personaggi noti, come lo scrittore Enrico Brizzi che, nel primo numero, ci guida alla scoperta della via francigena. E per concludere, La lampada dei miei passi, esegesi biblica sotto la guida del cardinal Gianfranco Ravasi.

Il rinnovamento riguarderà anche la parte grafica: un carattere più grande e leggibile, foto e spazi bianchi, e una carta opaca, gradevole all’occhio e al tatto. Tra i servizi che del primo numero, "Francesco. La Chiesa che verrà", dibattito su dove va la nuova Chiesa con la teologa Maria Cristina Bartolomei, lo storico don Maurilio Guasco, la vicepresidente dell’Associazione teologica italiana, Serena Noceti, il teologo valdese Paolo Ricca e il direttore di Civiltà Cattolica padre Antonio Spadaro; l'intervista è a Luis Infanti de la Mora, il "vescovo verde" della Patagonia, mentre l’inchiesta è sulla finanza etica, “Il profumo dei soldi e la brezza dello Spirito”.