Il Papa incoraggia la “spiritualità di comunione” tra i Vescovi amici dei Focolari

| 452 hits

CITTA’ DEL VATICANO, mercoledì, 15 febbraio 2006 (ZENIT.org).- Benedetto XVI ha salutato questo mercoledì un gruppo di 97 partecipanti al Convegno annuale di Vescovi amici del Movimento dei Focolari, guidato dal Cardinale Miloslav Vlk, Arcivescovo di Praga.



Al termine dell’udienza generale ha rivolto loro alcune parole per incoraggiarli “ad approfondire sempre più l’autentica spiritualità di comunione che deve contraddistinguere il ministero presbiterale ed episcopale”.

Nel corso del Convegno, iniziato sabato scorso, i Vescovi hanno vissuto giorni di riflessione e di dialogo, di preghiera e di condivisione fraterna, incentrati sul tema “Il Cristo crocifisso e abbandonato, volto di Dio-Amore e via per l’umanità”.

Nel suo messaggio iniziale, Chiara Lubich aveva augurato ai Vescovi, provenienti da 51 Nazioni, dalla Tanzania alla Norvegia e dalla Corea al Salvador, che “l’approfondimento della comprensione del misterioso dolore dell’abbandono di Gesù in croce possa diventare luce per il cammino, risposta ai loro ‘perché’, via all’unità”.

Punto di riferimento costante del Convegno è stata la recente enciclica di Benedetto XVI, “Deus caritas est”, della quale i Vescovi, di giorno in giorno, hanno analizzato un aspetto particolare: la visione del prossimo come altro me stesso, l’universalità dell’amore evangelico, la reciprocità dell’amore come distintivo della comunità ecclesiale.

Giunto a Castelgandolfo per presiedere la concelebrazione di apertura, il Cardinale Giovanni Battista Re, prefetto della Congregazione per i Vescovi, ha sottolineato il suo apprezzamento per questa spiritualità di comunione che “sostiene i Vescovi nel loro ministero e aiuta a guardare ogni persona come amata da Dio”.

L’Arcivescovo Stanislaw Rylko, Presidente del Pontificio Consiglio per i Laici, ha sottolineato il dono speciale dei movimenti ecclesiali e dei loro carismi in quanto “fattore evangelizzatore, risorsa non solo per la vita dei fedeli, ma anche dei pastori”.

Un momento particolarmente toccante è stato il concerto-testimonianza dedicato, lunedì sera, al Cardinale François-Xavier Nguyên Van Thuán, ex presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace. Attraverso testi tratti dai suoi scritti e celebri brani eseguiti al pianoforte, è stata evocata la grande figura di questo testimone della fede dei nostri tempi.

Animato dalla spiritualità dell’unità già durante i 13 anni della sua vita trascorsi nelle carceri del Vietnam, il Cardinale Van Thuán era stato fino alla sua morte un assiduo partecipante dei Convegni dei Vescovi amici dei Focolari.