Il Papa incoraggia lo slancio apostolico dei membri del Terz’Ordine Francescano Secolare

| 440 hits

CITTA’ DEL VATICANO, mercoledì, 9 novembre 2005 (ZENIT.org).- Al termine dell’Udienza generale di questo mercoledì, Benedetto XVI ha salutato i rappresentanti del Terz’Ordine Francescano Secolare (OFS) incoraggiandoli a testimoniare il Vangelo nel mondo.



Nel salutare i pellegrini di lingua italiana, il Papa ha auspicato che il Capitolo Generale, presieduto dalla Ministra Generale Encarnación Del Pozo e che li vede riuniti ad Assisi dal 5 al 12 novembre, sia occasione per “un rinnovato slancio apostolico nel diffondere dappertutto il Vangelo, sull’esempio di San Francesco d’Assisi”.

Le origini del Terz\'Ordine, che rappresenta la componente laicale che vive nel mondo la Regola e i dettami spirituali di San Francesco d’Assisi, si fanno risalire al maggio del 1221, quando il Santo Patrono d’Italia dopo aver predicato in un luogo vicino alla attuale chiesa della Buona Morte di Cannara, ebbe la Divina ispirazione di istituire il Terz\'ordine accogliendo come primo Terziario il Beato Lucio Modestini.

Da quel momento le Famiglie francescane diventarono tre: i Frati minori (primo Ordine) Le Clarisse o Povere Dame (secondo Ordine) ed i laici secolari (il Terzo Ordine, che con la riforma del 1978 prese il nome di Ordine Francescano Secolare).

Al Capitolo, secondo i dati forniti da “L’Osservatore Romano”, partecipano un centinaio di laici francescani delegati delle fraternità di 51 nazioni: per la precisione 15 capitolari provengono dall’America Latina, 10 dall’Australia, 16 dall’Europa, 8 dall’Africa, 2 dagli USA e Canada, mentre 30 sono osservatori e relatori.

Oggi l’OFS conta nel mondo 400 mila membri professi, presenti in 99 Paesi del mondo, di cui solo 70 mila sono in Italia. Negli ultimi quattro anni l’OFS ha anche rafforzato la propria presenza nei Paesi dell’Est Europa, in Asia e in Africa.

Diverse i temi portanti delle 8 giornate assembleari riguardanti la missione e la testimonianza vissuta dai laici alla luce del carisma francescano nei diversi continenti e nelle diverse culture; e il rilancio della componente giovanile francescana, chiamata ad una maggiore corresponsabilità nel vivere il carisma all’interno dell’Ordine Francescano.

Il Capitolo celebrerà anche l’VIII centenario della rivelazione ricevuta da San Francesco mentre era raccolto in preghiera davanti al Crocifisso di San Damiano, e che darà il via alla sua esperienza spirituale e missionaria.

[Per maggiori informazioni: http://www.ofs-lodi.it/]