Il Papa invita ad accogliere i giovani migranti, soprattuto ragazze e bambini

Chiede loro di rispettare le leggi

| 1503 hits

CITTA' DEL VATICANO, domenica, 13 gennaio 2008 (ZENIT.org).- Benedetto XVI ha chiesto questa domenica di accogliere i giovani migranti, soprattutto quanti si trovano in una situazione di rischio: le ragazze e i bambini.

Nella Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, il Pontefice ha anche invitato i migranti a rispettare le leggi. 

Il Vescovo di Roma ha scritto il 18 ottobre scorso un messaggio per questa occasione, dedicato proprio a "I giovani migranti".

"Numerosi sono i giovani che vari motivi spingono a vivere lontani dalle loro famiglie e dai loro Paesi", ha constatato il Pontefice rivolgendosi dalla finestra del suo studio, a mezzogiorno, alle migliaia di pellegrini riuniti in piazza San Pietro in Vaticano. 

"Particolarmente a rischio sono le ragazze e i minori. Alcuni bambini e adolescenti sono nati e cresciuti in 'campi-profughi': anch'essi hanno diritto ad un futuro!".

Il Papa ha espresso il suo "apprezzamento per quanti si impegnano in favore dei giovani migranti, delle loro famiglie e per la loro integrazione lavorativa e scolastica". 

Allo stesso modo, ha invitato "le comunità ecclesiali ad accogliere con simpatia giovani e giovanissimi con i loro genitori, cercando di comprenderne le storie e di favorirne l'inserimento".

Benedetto XVI si è quindi rivolto direttamente ai giovani migranti per chiedere loro di impegnarsi per costruire insieme ai loro coetanei "una società più giusta e fraterna, adempiendo i vostri doveri, rispettando le leggi e non lasciandovi mai trasportare dalla violenza".