Il Papa invita i bambini a non giocare con le armi-giocattolo

Sostiene il progetto “Cambia gioco”: “preserviamo l’infanzia dal contagio della violenza!”

| 1196 hits

CITTA’ DEL VATICANO, lunedì, 22 gennaio 2007 (ZENIT.org).- Benedetto XVI ha dato il suo sostegno pubblico a un’iniziativa che invita i bambini a “cambiare gioco”, mettendo da parte le armi-giocattolo.



“Cambia gioco” è il nome del progetto lanciato con questo obiettivo a Lecce e che il Papa ha sostenuto questa domenica salutando i pellegrini riuniti in piazza San Pietro in Vaticano al termine della preghiera mariana dell’Angelus.

“Mi congratulo per questa iniziativa e vorrei allargare l’appello: preserviamo l’infanzia dal contagio della violenza!”, ha esclamato.

I promotori dell’iniziativa hanno proposto ai bambini di abbandonare le loro armi-giocattolo: finora ne hanno raccolte 4.568 su una popolazione di 83.303 abitanti.

Vito Patti, detto Mago Fracasso, ha organizzato giochi e spettacoli, sostenuti dal Comune di Lecce, dall’8 dicembre 2006 al 6 gennaio 2007 per sensibilizzare questo tipo di “disarmo”.

Il Mago Fracasso è stato ricevuto questa domenica mattina in privato dal Papa, al quale sono stati dati dodici giochi raccolti nella campagna, tra i quali una pistola, un kalashnikov, una mitragliatrice e un arco.

L’iniziativa di Lecce ha cominciato a essere promossa in altre città d’Europa e il sindaco della città, l’onorevole Adriana Poli Bortone, ha presentato una Proposta di risoluzione del Parlamento europeo su norme restrittive nella vendita di armi-giocattolo.

[Ulteriori informazioni su www.cambiagioco.it]