Il Papa per tre giorni a Milano a giugno

Benedetto XVI interverrà nell'ambito del VII Incontro Mondiale delle Famiglie

| 1213 hits

MILANO, martedì, 28 febbraio 2012 (ZENIT.org) - Il Santo Padre Benedetto XVI sarà presente a Milano per tre giorni, da venerdì 1 a domenica 3 giugno, in occasione del VII Incontro mondiale delle famiglie (30 maggio- 3 giugno 2012).

L’ha annunciato l’Arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola, durante la conferenza stampa di presentazione del programma della visita del Pontefice a Milano, a cui hanno partecipato anche il Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia, il cardinale Ennio Antonelli, il Presidente della Fondazione Milano Famiglie 2012, il vescovo Erminio De Scalzi e il Segretario del Pontificio Consiglio per la Famiglia, il vescovo Jean Laffitte.

«Una visita di tre giorni è un evento dal carattere straordinario, eccezionale per un viaggio in Italia – ha detto il cardinale Scola -. Il Papa ha desiderio di incontrare Milano, e a ventisette anni dalla visita del predecessore Giovanni Paolo II ci fa questo dono: un dono alla città di Milano e alle chiese lombarde».

L’arrivo del Pontefice nel capoluogo lombardo è programmato per venerdì 1 giugno all’aeroporto di Milano-Linate. Dopo un primo incontro con la cittadinanza in piazza Duomo, il Papa avrà modo di assistere a un concerto al  Teatro alla Scala diretto dal maestro Daniel Barenboim e all’Incontro con i cresimandi allo Stadio Meazza, il giorno successivo, 2 giugno.

Intanto cresce la partecipazione della Chiesa nel Mondo al VII Incontro mondiale delle famiglie. «Sono diversi mesi che ci si prepara sul tema La Famiglia: il lavoro, la festa e le iniziative in programma sono tante: le catechesi sono state tradotte in undici lingue tra cui il portoghese, l’arabo, il polacco e il russo - ha detto il Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia, cardinale Ennio Antonelli. Per facilitare, poi, l’arrivo delle famiglie dai paesi poveri del mondo è stata attivata una raccolta fondi».

Per la Festa delle testimonianze, sabato 2 giugno al Parco Nord, aeroporto di Bresso, sono attese 300 mila persone, un milione invece per la Santa Messa del 3 giugno, sempre a Bresso. Più di 2600 persone si sono iscritte come volontari, ma ne servono ancora 2400. In piena attività anche la macchina dell’accoglienza. I Responsabili organizzativi locali Rol stanno raccogliendo le disponibilità in ogni parrocchia: a fine marzo, quando sarà conclusa la trasmissione dei dati, sarà possibile conoscere con precisione quante sono le famiglie che apriranno la propria porta alle famiglie del mondo. L’obiettivo è di ospitare centomila famiglie in centomila case, basti pensare che in una sola settimana sono già arrivate più di 1200 adesioni.

Il Presidente della Fondazione Milano Famiglie 2012, monsignor Erminio De Scalzi, ha poi posto l’attenzione su tre parole che esprimono lo stile del VII Incontro mondiale delle famiglie: trasparenza, sobrietà e ecosostenibilità. «L’Incontro si terrà al Parco Nord, che è uno dei parchi cittadini più belli, lavoriamo per un evento sostenibile e per ridurre al minimo la dispersione dei rifiuti: per esempio, una volta smontato il palco, i materiali verranno utilizzati per costruire panchine per il parco», ha spiegato il presule.

A presentare il Congresso internazionale teologico pastorale è stato invece il Segretario del Pontificio Consiglio per la Famiglia, il vescovo Jean Laffitte, che ha parlato di una «evento di famiglie per le famiglie». Dal 30 maggio all’1 giugno saranno impegnati 110 relatori da 27 nazioni. Al centro della riflessione lo stile della famiglia cristiana che vive il tempo del lavoro e della Festa e come le condizioni del lavoro influiscono sul vissuto delle famiglie.