Il Papa piange la scomparsa di Nelson Mandela

In un telegramma di cordoglio, il Pontefice ricorda la figura del leader premio Nobel per la Pace, "un uomo che ha speso la vita per creare un nuovo Sudafrica"

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) Redazione | 695 hits

Il mondo intero piange la morte di Nelson Mandela, lo storico leader sudafricano che si è spento ieri sera a 95 anni, a Pretoria. Anche Papa Francesco ha voluto esprimere il suo cordoglio, ricordando in un telegramma un uomo che ha speso la vita per creare “un nuovo Sudafrica”, in cui tutti i cittadini avessero pari dignità. Nel messaggio spedito al presidente della Repubblica sudafricana Jacob Zuma, il Pontefice ha inviato le sue "condoglianze e preghiere" alla famiglia del premio Nobel per la Pace, al Governo a tutto il popolo del Sudafrica. 

Il Santo Padre ha quindi raccomandato "l'anima del defunto alla infinita misericordia di Dio onnipotente", chiedendo al Signore "di consolare e dare forza a tutti coloro che piangono la sua perdita". Ha poi reso omaggio al "costante impegno" e alla "ferma deteriminazione" dimostrate da Mandela "nel promuovere la dignità umana di tutti i cittadini della nazione e nel forgiare un nuovo Sudafrica costruito sulle solide fondamenta della non-violenza, la riconciliazione e la verità”. Infine, Papa Francesco ha innalzato al Signore una preghiera affinché “l'esempio del defunto presidente possa ispirare generazioni di sudafricani a porre la giustizia e il bene comune al primo posto delle loro aspirazioni politiche”. "Con questi sentimenti - ha concluso - invoco per tutta la gente del Sudafrica i doni divini della pace e della prosperità".