Il Papa riceve in udienza il presidente bulgaro e il premier macedone

La visita in Vaticano in occasione della festa dei Santi Cirillo e Metodio

| 959 hits

CITTA' DEL VATICANO, giovedì, 24 maggio 2012 (ZENIT.org) – In occasione della festa liturgica dei Santi Cirillo e Metodio, papa Benedetto XVI ha ricevuto in Vaticano le delegazioni delle repubbliche di Bulgaria e di Macedonia, guidate rispettivamente dal capo di stato e dal capo di governo.

Si è trattato di un tipo di visita privato e non ufficiale che si ripete ogni anno, nel contesto della festa dei patroni dell'Europa dell'Est, durante la quale il Sommo Pontefice ha spesso ricevuto delegazioni dei due paesi slavi.

Alle ore 11 si è svolta l'udienza con il presidente bulgaro Rosen Plevneliev. L'incontro con il Santo Padre è durato circa dieci minuti e vi hanno partecipato quindici persone della delegazione bulgara, tra cui due sacerdoti ortodossi.

Tra gli argomenti trattati durante il breve colloquio con Benedetto XVI - svoltosi in lingua tedesca, quindi senza necessità di interpreti - il recente incontro tra Plevneliev e il patriarca di Mosca, Kirill, durante la visita di quest'ultimo a Sofia.

Il presidente bulgaro ha presentato come omaggio al Papa una scultura a forma d'uovo di grandi dimensioni, ornata di pietre preziose: secondo la cultura cristiano-ortodossa l'uovo è un segno di vita e un simbolo di resurrezione.

La successiva udienza è durata soltanto cinque minuti e ha visto l'incontro di Benedetto XVI con il primo ministro macedone, Nikola Gruevski, accompagnato da dodici persone, tra cui tre vescovi del suo paese.

Successivamente, sia la delegazione bulgara che quella macedone, sono state ricevute dal Cardinale Segretario di Stato Vaticano, Tarcisio Bertone, e dal Segretario per i Rapporti con gli Stati, monsignor Dominique Mamberti.