Il Papa ringrazia monsignor Fisichella

Durante l'Angelus, Francesco esprime la sua gratitudine al presule per lorganizzazione dell'Anno della Fede

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) | 474 hits

Riportiamo di seguito le parole pronunciate da papa Francesco, in occasione dell’Angelus, al termine della Santa Messa celebrata in piazza San Pietro a conclusione dell’Anno della Fede.

***

Prima di concludere questa celebrazione, desidero salutare tutti i pellegrini, le famiglie, i gruppi parrocchiali, le associazioni e i movimenti, venuti da tanti Paesi. Saluto i partecipanti al Congresso nazionale della Misericordia; saluto la comunità ucraina, che ricorda l’80° anniversario dell’Holodomor, la "grande fame" provocata dal regime sovietico che causò milioni di vittime.

In questa giornata, il nostro pensiero riconoscente va ai missionari che, nel corso dei secoli, hanno annunciato il Vangelo e sparso il seme della fede in tante parti del mondo; tra questi il Beato Junípero Serra, missionario francescano spagnolo, di cui ricorre il terzo centenario della nascita.

Non voglio finire senza un pensiero a tutti quelli che hanno lavorato per portare avanti quest’Anno della fede. Mons. Rino Fisichella, che ha guidato questo cammino: lo ringrazio tanto, di cuore, lui e tutti i suoi collaboratori. Grazie tante!

Ora preghiamo insieme l’Angelus. Con questa preghiera invochiamo la protezione di Maria specialmente per i nostri fratelli e le nostre sorelle che sono perseguitati a motivo della loro fede, e sono tanti!

[Angelus Domini…]

Vi ringrazio per la vostra presenza a questa concelebrazione. Vi auguro una buona domenica e buon pranzo.

[© Copyright 2013 - Libreria Editrice Vaticana]