Il Parlamento Europeo finanzierà la Giornata Mondiale della Gioventù di Colonia

Tuttavia non si conosce ancora l’ammontare preciso della cifra

| 301 hits

ROMA, martedì, 1 marzo 2005 (ZENIT.org).- La XX Giornata Mondiale della Gioventù (GMG 2005) che avrà luogo a Colonia dall’11 al 21 agosto prossimi, sotto il motto di “Siamo venuti per adorarlo” (Mt 2,2), può oramai contare su un contributo della Comunità Europea.



Una richiesta di sostegno finanziario per questo evento al quale sono attesi più di 800.000 giovani – di cui 230.000 hanno già confermato la propria presenza – avanzata al Parlamento Europeo da parte del Partito Popolare Europeo (Gruppo PPE-DE) ha ricevuto 272 voti favorevoli contro i 201 contrari. L’esatto ammontare delle donazioni, tuttavia, non è ancora stato reso noto.

“Su domanda del Gruppo del Partito Popolare, dei Liberali e dell’Unione dell’Europa delle Nazioni si è deciso di concedere una quota dell’UE per il finanziamento di progetti europei, da lungo tempo richiesta dal Partito (tedesco) dell’Unione Democratica Cristiana (CDU), alla Giornata Mondiale della Gioventù”, ha spiegato lo scorso giovedì l’onorevole Ruth Hieronymi – Membro della Commissione per la cultura, la gioventù, l'istruzione, i mezzi d'informazione e lo sport – in una dichiarazione rilasciata subito dopo la votazione avvenuta con esito positivo a Strasburgo.

In una precedente votazione tenutasi nella riunione plenaria del dicembre 2004 era mancato il quorum dei due terzi, per approvare la destinazione dei soldi alla Giornata Mondiale della Gioventù.

In quell’occasione socialisti e verdi, dopo una prima lettura che aveva approvato un emendamento al bilancio dell’UE per il 2005 per questo finanziamento, avevano rifiutato di destinare “in ragione di una visione neutrale del mondo“, la parte del bilancio dell’Unione Europea prevista per la Giornata Mondiale della Gioventù dell’ammontare di 1,5 milioni di Euro.

“Si tratta di un segno stupendo, che mostra anche in maniera evidente, come i sentimenti europei della Giornata Mondiale della Gioventù abbiano prodotti innumerevoli frutti anche a Bruxelles”, ha dichiarato Heiner Koch, Segretario Generale della GMG, secondo quanto riferito da "Radio Vaticana", una volta appresa la notizia sul risultato della votazione.