Il Pontefice farà un “grande dono” al Movimento del Rinnovamento nello Spirito Santo

Accanto al Santo Padre nella celebrazione dei Vespri di sabato prossimo

| 659 hits

ROMA, mercoledì, 26 maggio 2004 (ZENIT.org).- Durante l’Angelus di domenica scorsa, Giovanni Paolo II ha invitato espressamente gli aderenti al Rinnovamento nello Spirito Santo a partecipare alla veglia di preghiera di sabato prossimo, vigilia della solennità della Pentecoste, che seguirà ai Vespri presieduti dal Santo Padre.



Il coordinatore nazionale del Rinnovamento nello Spirito Santo (RnS), Salvatore Martinez, è stato avvertito dal Presidente del Pontificio Consiglio per i Laici, monsignor Stanislaw Rylko, con due telefonate a distanza di pochi minuti l’una dall’altra il 21 maggio.

Durante la prima, monsignor Rylko ha informato Martinez di aver ricevuto espressamente la richiesta da parte del segretario del Papa, monsignor Stanislaw Dziwisz, di informare immediatamente il coordinatore nazionale del movimento del fatto che il Santo Padre voleva accanto a sé il RnS nelle celebrazioni di sabato.

Nella seconda telefonata, monsignor Rylko ha riferito a Martinez l’intenzione del Papa di fare un grande dono al RnS durante i Vespri. “Vuole segnalare la presenza del Rinnovamento nello Spirito e soprattutto il progetto ‘Roveto Ardente’ che avete voluto promuovere e che Lui stesso ha benedetto. Sarà un grande dono”, ha detto il prelato.

La notizia è stata accolta con grande gioia dal movimento RnS, che già da tempo aveva deciso di celebrare, in occasione della Pentecoste, la conclusione di una tappa del cammino di preghiera chiamato “Roveto Ardente” iniziata sei settimane fa.

I membri del RnS avevano già organizzato le celebrazioni della Pentecoste con le proprie chiese locali, ma confluiranno tutti a Roma per rispondere all’invito del Papa.

Secondo Martinez, inoltre, l’invito è giunto al momento appropriato perché proprio il 21 maggio è iniziata la novena di Pentecoste del RnS. “È lo Spirito che ci convoca, che parla: ha bisogno di noi!”, ha detto.

Il coordinatore nazionale del RnS ha affermato che l’evento di sabato è molto speciale, perché non si tratta di un apprezzamento espresso durante un’udienza privata o in una lettera riferita ad un evento organizzato dal movimento, come è già accaduto varie volte negli ultimi anni.

“Il Papa – ha sottolineato infatti Martinez - segnalerà il Rinnovamento nello Spirito in occasione del Vespro solenne di Pentecoste, parlando dalla Cattedra di Pietro alla Chiesa Universale. Non parlerà ‘a noi’, ma ‘di noi’ e ci offre alla Chiesa come ‘segno tangibile’ della perenne effusione dello Spirito nel tempo forte dell’anno liturgico che porta a Pentecoste”.

“Quanto accade è troppo grande per essere creduto – ha aggiunto –, tante volte ho visto miracoli, segni e sorprese preparate dallo Spirito Santo, ma percepisco interiormente che qui siamo in presenza di qualcosa tanto più grande di noi”.

Martinez si è detto convinto che dopo questa Pentecoste “un nuovo cielo e una nuova terra” si apriranno davanti al movimento, in un modo che non avrebbero mai sperato prima.

Le celebrazioni di sabato prossimo inizieranno alle 17.00 con una veglia curata dal movimento, alla quale seguirà la recita dei Vespri solenni con il Pontefice. L’animazione dei Vespri sarà affidata ai membri del movimento, il canto al coro della Cappella Sistina.

Gli aderenti al movimento del Rinnovamento nello Spirito Santo in Italia sono oltre 200.000, organizzati in circa 1.800 gruppi di preghiera.

Sul ‘Roveto Ardente’, il RnS ha già pubblicato due libri: il primo, “Roveto ardente. Un ritorno al cenacolo nell'adorazione e intercessione” è la storia della carismatica Kim Kollins, “contagiata” dal sogno di mobilitare la preghiera di ogni seguace di Gesù, per invocare una nuova effusione dello Spirito Santo che rinnovi la faccia della terra e vi costruisca il regno di Dio.

Il secondo libro, “Per un Roveto Ardente di preghiera”, consiste in una esplicitazione delle dinamiche spirituali e pratiche del progetto “Roveto Ardente”, indirizzato ai vescovi e ai fedeli.