Il Pontefice ricorda il 20° anniversario dell’adozione del Protocollo di Montreal

Sulle sostanze che impoveriscono lo strato di ozono

| 542 hits

CASTEL GANDOLFO, domenica, 16 settembre 2007 (ZENIT.org).- Benedetto XVI ha ricordato questa domenica il 20° anniversario del Protocollo di Montreal, adottato nella città canadese il 16 settembre 1987.



Rivolgendosi ai fedeli riuniti nel cortile del Palazzo Apostolico di Castel Gandolfo dopo la recita della preghiera mariana dell’Angelus, il Pontefice ha sottolineato l’anniversario del documento “sulle sostanze che impoveriscono lo strato di ozono provocando gravi danni all’essere umano e all’ecosistema”.

“Negli ultimi due decenni, grazie ad una esemplare collaborazione nella comunità internazionale tra politica, scienza ed economia, si sono ottenuti importanti risultati, con positive ripercussioni sulle generazioni presenti e future”, ha osservato.

“Auspico che, da parte di tutti, si intensifichi la cooperazione, al fine di promuovere il bene comune, lo sviluppo e la salvaguardia del creato, rinsaldando l’alleanza tra l’uomo e l’ambiente, che dev’essere specchio dell’amore creatore di Dio, dal quale proveniamo e verso il quale siamo in cammino”, ha concluso.

Il Protocollo di Montreal, in attuazione della Convenzione di Vienna del 1985, ha stabilito gli obiettivi e le misure per la riduzione della produzione e dell’uso delle sostanze pericolose per la fascia di ozono stratosferico.

Il Protocollo stabilisce i termini di scadenza entro cui le parti firmatarie si impegnano a contenere i livelli di produzione e di consumo delle sostanze dannose, disciplinando inoltre gli scambi commerciali, la comunicazione dei dati di monitoraggio, l'attività di ricerca, lo scambio di informazioni e l'assistenza tecnica.

I Paesi in via di sviluppo, rispetto a quelli industrializzati, godono di un allungamento dei tempi di dieci anni – chiamato “periodo di grazia” – rispetto ai termini di scadenza sul contenimento dei livelli di produzione e di consumo delle sostanze dannose.

La Conferenza delle Parti del Protocollo di Montreal si riunisce ogni anno per valutare la validità e l'efficacia delle misure di controllo imposte dal documento, aggiornare le norme di applicazione e se necessario apportare delle modifiche mediante decisioni, aggiustamenti ed emendamenti.