Il Presidente del Congo invita il Papa a visitare il suo Paese

Visita di Joseph Kabila Kabange

| 715 hits

CITTA' DEL VATICANO, giovedì, 19 giugno 2008 (ZENIT.org).- Il Presidente della Repubblica Democratica del Congo, Joseph Kabila Kabange, ha invitato questo giovedì Benedetto XVI a visitare il suo Paese durante un'udienza in Vaticano.

Una nota della Sala Stampa della Santa Sede rivela che “al centro dei colloqui è stata la situazione politica e sociale del Paese, con particolare riferimento alle province orientali del Nord Kivu e Sud Kivu”.

“A questo riguardo è stata ribadita la priorità del rispetto dei diritti umani per porre fine alle sofferenze della popolazione civile e costruire una società più giusta e solidale”.

Dopo essere stato ricevuto dal Papa, il Presidente Kabila, accompagnato dal Ministro degli Esteri, Antipas Mbusa Nyamwisi, ha incontrato l'Arcivescovo Dominique Mamberti, segretario per i Rapporti con gli Stati.

“Non è mancato un accenno all’aspetto regionale della questione, auspicando che la prossima entrata in vigore del 'Patto sulla sicurezza, la stabilità e lo sviluppo nella Regione dei Grandi Laghi' segni una svolta decisiva nella promozione della pace e del bene di tutti i suoi abitanti”, rivela il comunicato vaticano.

Secondo la nota, “volgendo lo sguardo all’avvenire del Paese è stata sottolineata l’importanza dell’educazione e della formazione dei giovani, per i quali la Chiesa è sempre pronta a dare il suo specifico contributo”.

Negli incontri sono stati affrontati anche “altri temi di interesse comune, come l’importanza del dialogo e della collaborazione anche per risolvere il problema della restituzione di alcune proprietà della Chiesa nazionalizzate parecchi decenni fa”.

La nota vaticana termina rivelando che “il Presidente Kabila ha invitato il Santo Padre a recarsi in visita nella Repubblica Democratica del Congo”.

Kabila, di confessione protestante, è sposato con una cattolica. Ha incontrato Giovanni Paolo II nel giugno 2002 e ha assistito ai suoi funerali nell'aprile 2005 a Roma.

Degli oltre 66 milioni di abitanti della Repubblica Democratica del Congo, la metà è rappresentata da cattolici. Il 20% della popolazione è protestante, il 10% musulmano, il 20% appartiene ad altri credo, inclusi gruppi sincretisti e credo ancestrali.