Il presidente Napolitano: "Più sobrietà e dignità per le donne in Tv"

Secondo il Capo di Stato, la dilagante rappresentazione del corpo femminile come bene di consumo rafforza fuorvianti atteggiamenti possessivi nei confronti della donna

Roma, (Zenit.org) Redazione | 334 hits

Sobrietà e dignità per le donne in Tv, il loro corpo non sia utilizzato come bene di consumo. Così il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel messaggio inviato in occasione della IX Conferenza internazionale della comunicazione sociale. Promosso dalla Fondazione Pubblicità Progresso, l'incontro ha come titolo "Il valore della diversità. Verso una nuova cultura di genere".

Nel messaggio indirizzato al presidente della Fondazione, Alberto Contri, il Capo di Stato - riferisce l'agenzia AdnKronos - afferma: "Non possiamo nascondere che proprio la maggiore eguaglianza conseguita dalle donne sul lavoro e nelle professioni può suscitare pericolosi atteggiamenti di reazione. E' giusto quindi operare con accortezza e a tutto campo come appunto si propone di fare, all'interno del suo progetto biennale, Pubblicità Progresso".

D'altra parte, prosegue Napolitano, "amarezza, indignazione e dolore genera il perpetuarsi della violenza sulle donne, così frequente proprio sulle compagne di vita. E' bene quindi che il recente provvedimento del governo abbia considerato i legami sentimentali come un'aggravante". Secondo il Presidente della Repubblica, inoltre, "la dilagante rappresentazione del corpo femminile come bene di consumo rafforza fuorvianti atteggiamenti possessivi nei confronti della donna".

Valorizzare le donne, scrive quindi il Presidente, "non ha solo una dimensione etica, ma è anche importante sul piano economico, come dimostra la capacità delle donne di affermarsi e di dare il proprio contributo in tutti i campi, una volta che siano liberate da vincoli giuridici e da pregiudizi sociali".