Il Primo Ministro della Slovenia invita Benedetto XVI a visitare il Paese nel 2009

Per l’Anno dei Giovani e il Congresso Eucaristico

| 994 hits

Di Marta Lago

CITTA’ DEL VATICANO, giovedì, 29 novembre 2007 (ZENIT.org).- Il Primo Ministro della Repubblica di Slovenia ha invitato personalmente Benedetto XVI a visitare il Paese nel 2009, in occasione dell’Anno dei Giovani e della chiusura del Congresso Eucaristico Nazionale.

Nell’udienza che ha concesso questo giovedì mattina a Janez Janša, il Santo Padre ha ricevuto anche il suo ringraziamento a nome della Nazione slovena per l’attenzione che la Santa Sede le manifesta fin dalla sua indipendenza, come ha confermato la Sala Stampa vaticana.

Il prossimo semestre di presidenza slovena dell’Unione Europea (gennaio-giugno 2008) è stato uno dei temi principali dell’incontro tra il Papa e il Primo Ministro Janša – visibilmente emozionato –, svoltosi in inglese per circa 20 minuti.

Nel tradizionale scambio di doni, Benedetto XVI ha ricevuto un grande calice di cristallo intagliato e ha consegnato al Primo Ministro sloveno la penna che riproduce una colonna del baldacchino del Bernini, parte della serie speciale per i 150 anni della Basilica di San Pietro. Al seguito ha donato le medaglie del pontificato.

Il Primo Ministro è stato poi ricevuto dal segretario di Stato della Santa Sede, il Cardinale Tarcisio Bertone.

Il porporato ha “espresso i migliori auguri che il semestre di Presidenza slovena porti risultati positivi in modo particolare anche per la stabilità e la pace nella regione del Sud-est europeo”, spiega un comunicato diffuso dalla Santa Sede.

Secondo il testo, sono state anche trattate “alcune questioni bilaterali, come il processo di restituzione dei beni ecclesiastici nazionalizzati durante il regime comunista e le prospettive di erezione dell’Ordinariato castrense”.

Si stima che il 70% dei due milioni di Sloveni sia cattolico.

[Traduzione di Roberta Sciamplicotti]