Il Re della Giordania riceve la presidente dei Focolari

Ieri l'incontro tra Re Abdullah II e Maria Voce, da 8 giorni ad Amman per alcuni appuntamenti con i Focolari di Medio Oriente e Nord Africa. Ribadito il comune impegno ad "affrontare crisi e incertezze"

Roma, (Zenit.org) | 380 hits

Ieri, 4 settembre, Sua maestà Re Abdullah II di Giordania ha ricevuto in udienza la presidente dei Focolari Maria Voce e il copresidente Giancarlo Faletti, da 8 giorni ad Amman per una serie di incontri con delegazioni delle comunità dei Focolari dei Paesi mediorientali e nordafricani. La notizia, quasi inattesa, che confermava l’udienza era giunta nel tardo pomeriggio di martedì 3 mentre i membri dei Focolari si apprestavano a ritornare nei rispettivi Paesi, al termine degli incontri dei giorni precedenti.

Maria Voce nel comunicare a caldo le sue impressioni si è riferita «al grande calore con cui Sua maestà ci ha accolto, dicendosi onorato di questa visita, ed ha desiderato sapere come era andato il nostro lavoro qui in Giordania».

Nel corso dell’udienza la presidente lo ha ringraziato a nome suo e di tutti i membri del Movimento «per l’accoglienza che il Paese ci ha riservato». «Ho avuto modo di informarlo», prosegue, “che eravamo presenti persone di vari Paesi del Medio Oriente e del Nord Africa, cristiani e musulmani, tutti legati da questo spirito di fratellanza universale». «Mi è sembrato importante», aggiunge, «mettere in evidenza che una serie di incontri di questo tipo hanno potuto svolgersi proprio in Giordania grazie allo spirito di apertura e tolleranza che caratterizzano il Paese».

«La reazione di re Abdullah II», annota Maria Voce, «è stata: “E noi cosa possiamo fare per continuare questo lavoro?”. E ha espresso la sua preoccupazione per la situazione nella Regione, per le grandi sfide e non ha nascosto la sua preoccupazione riguardo le comunità cristiane. Soprattutto, però, mi ha detto che dobbiamo affrontare insieme questa crisi e queste incertezze».

Riguardo la sua recente visita a papa Francesco, dice ancora la presidente, «ho comunicato al Re la nostra gioia nel vedere le sue foto con il Papa sui vari organi di stampa. Ed Egli subito ha sottolineato che si è trattato di una delle visite più belle fatte in questi anni. E riferendosi al Papa: “Abbiamo sentito di essere fratelli”».

Al termine della visita e dopo averlo ringraziato per essere stata ricevuta, conclude Maria Voce, «mi ha detto che possiamo rivolgerci a lui in qualsiasi momento e per qualsiasi motivo. “Chiedete qualsiasi cosa e siamo a vostra disposizione. Sono vostro fratello e mi metto a vostra disposizione”».