Il ricco contributo dell'Accademia Senocrito della Locride

Domani sera un convegno per celebrare il decimo anniversario della fondazione

| 1040 hits

di Eugenio Fizzotti

ROMA, martedì, 21 agosto 2012 (ZENIT.org) - Risale al 19 aprile 2002 la fondazione da parte di un gruppo di amici appassionati di musica e di arte in genere dell’Accademia Senocrito, nato cieco a Locri Epizefiri nel VII secolo a.C.

Si tratta di un’associazione senza fine di lucro costituita con il preciso intento di dar vita a eventi di consistente valenza culturale nel territorio della Locride, tenendo conto che musica e canto, arti figurative e architettura, arti marziali e poesia fiorirono, già nel VII secolo a.C. e perdurarono fino al V secolo, a Locri Epizefiri che fu patria del mitico Zaleuco, considerato il primo legislatore del mondo occidentale.

Gli atleti olimpici Agesidamo, Eutimo ed Euticle, noti in tutta la Grecia, i filosofi Timeo, Euticatre e Aerione, maestri di Platone, le poetesse Teano e Nosside, rivali della grande Saffo, il citarista Eunomo e il musico poeta Senocrito, offrono, infatti, la chiara visione che Locri Epizefiri è la città in cui la musica, la poesia e l’arte del combattimento fiorirono contemporaneamente e soprattutto le testimonianze di Pindaro, interpretate da Schmid-Stahlin e da Mancuso, fanno pensare che Senocrito abbia introdotto a Locri l’innovazione di Sparta, apportando ai canti corali, originariamente legati al culto di Apollo, elementi dionisiaci, trasformando il peana apollineo in una sorta di ballata con canti e danze mimiche, accompagnate dalla cetra e dal flauto (Iporchema).

Allorché fu fondata, l’Associazione venne dotata di un Direttore Artistico, di un sito web e della esplicita modalità di archiviare in forma digitale tutta l’attività che si sarebbe riusciti a portare a termine, grazie all’esperienza informatica e tecnologica di Bruno Pelle.

Il gruppo agli inizi era  composto da Salvatore Gullace di Siderno, chitarrista; Erminia Parisi sempre di Siderno; Francesco Nicita di Locri insegnante del liceo classico e scientifico in pensione; Pierdomenico Mammì, medico del P.O. di Locri e di Siderno; Giuseppe Rubino di Locri; Loredana Pelle pianista di Gerace; Nicola Galea medico di Locri; Renato Riccio musicista di Siderno; Maria Teresa Larosa  medico di Locri e Bruno Pelle di Gerace.

In seguito venne approvata la ricerca fatta da Francesco Nicita sul nome del musico Locrese “Senocrito” da dare all’Accademia di Musica, Lettere e Arti e fu chiesto al prof. Gaudio Incorpora, di Locri, il permesso di usare il suo disegno su Senocrito  come logo dell’Associazione. Il prof. Incorpora acconsentì senza indugi rispondendo alla richiesta “c’è l’ho!” e fu nominato Socio Onorario dell’Associazione, per ringraziarlo del logo, mentre alla pianista Loredana Pelle fu affidato il compito di Direttore Artistico. 

Pochi mesi dopo la fondazione l’Associazione, che contava l’adesione di oltre 30 Soci rappresentativi di diversi comuni della Locride, organizzò come prima manifestazione il Concerto di fine estate il 20 settembre 2002  nella Chiesa di Santa Maria del Pozzo ad Ardore.

E negli anni seguenti ha dato vita a oltre 80 manifestazioni (il dettaglio è pubblicato sul sito www.senocrito.it), tra cui nel 2006  in occasione del  250° anniversario della nascita di Mozart il “Festival Mozartiano della Locride” e l’anno successivo la 1ª edizione del Festival di musica classica della Locride, che volle avere come patrocinio anche una neonata associazione Jimuel che aveva avviato il progetto Internet Medics For Life che mirava a fornire un servizio di assistenza medica remota (via internet) alle strutture di missione operanti sui territori dove i diritti più essenziali vengono sistematicamente negati, soprattutto ai bambini.

Risale al 2006 l’attività nel campo letterario di un convegno  dal titolo “Tempi e luoghi nell’opera di Enzo Agostino” che si svolse il 26 aprile nell’Istituto Magistrale di Locri con relazioni di Giovanna Fozzer, Margherita Pieracci Harwell, Mariagrazia Palumbo, Gaetano Rizzo Repace. Con motivazione scientifica particolarmente apprezzata gli atti del Convegno furono pubblicati da Corab e attualmente si trovano ancora in vendita nelle librerie universitarie e menzionati in diverse recensioni.

Nel 2008 l’Accademia Senocrito ha organizzato un corso di perfezionamento in canto lirico con docenti di fama internazionale. Alla fine del corso gli allievi si esibirono in due concerti e all’allievo ritenuto artisticamente più meritevole fu assegnato il premio “Alberto Gurna”, consistente in una targa offerta dalla “Casa Musicale Guarna” e che si è ripetuto ad Ardore il 17 Agosto 2012.

Molto interesse suscitò anche il 1° giugno 2010, nella Cattedrale di Gerace, il Concerto del Coro Polifonico Neskirkja - Islanda – il cui direttore di coro e organista era il maestro Steingrimur Þórhallsson. E lo stesso avvenne negli appuntamenti promossi e attesi nei comuni di Locri, di Ardore e di Agnana Calabra.

A distanza di 10 anni dalla fondazione l’Associazione conta oggi oltre 40 soci e per festeggiare il decimo anniversario ha organizzato un convegno che si terrà a Locri il 22 agosto 2012 nella Corte del Palazzo di Città alle ore 20,30 con interventi di alcuni soci e numerosi e qualificati intermezzi musicali.

L’iniziativa sarà presentata da Mara Rechichi e Maria Teresa D’Agostino e, dopo gli interventi delle autorità politiche e religiose, prenderanno la parola la Dott.ssa Adriana Caccamo Presidente dell’Accademia Senocrito, la Dott.ssa Loredana Pelle, Direttore Artistico dell’Accademia Senocrito, il Dott. Salvatore Galluzzo, il Dott. GiuseppeGrenci, l’Ing. Bruno Flora, il Dott. Gesualdo Dattilo,  l’Artista Poetessa Maria Eleonora Zangara, la Prof. Luciana Vita e il Dott. Francesco Mammì, Soci dell’Accademia Senocrito, il Dott. Pierdomenico Mammì, Vicepresidente dell’Accademia Senocrito e la Dott.ssa Loredana Pelle Direttore Artistico dell’Accademia Senocrito.