Il Rosario del Papa con i giovani raggiungerà i dieci paesi futuri membri della UE

Sarà l’atto centrale della II Giornata Europea degli Universitari

| 1143 hits

CITTA’ DEL VATICANO, 7 marzo 2004 (ZENIT.org).- Le dieci capitali dei paesi che fra non molto faranno ingresso nell’Unione Europea parteciperanno sabato 13 marzo al momento culminante della II Giornata Europea degli Universitari: la recita del Rosario presieduta da Giovanni Paolo II nell’Aula Paolo VI del Vaticano.



"Cristo speranza per l'Europa", è il tema di questa Giornata, promossa dal Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE), la Commissione delle Conferenze Episcopali dell’Unione Europea (COMECE) e il Vicariato di Roma.

La novità della veglia mariana programmata in Vaticano è il collegamento via satellite con le capitali dei dieci paesi che a maggio entreranno a far parte dell'Unione Europea: Gniezno (Polonia), Vilnius, Praga, Lubiana, Nicosia, Valletta, Riga, Tallin, Bratislava, Budapest.

Tali collegamenti saranno realizzati dal Centro Televisivo Vaticano (CTV), in collaborazione con il Ministero per le Comunicazioni. Si potrà seguire l’incontro in diretta via satellite o via Internet attraverso la pagina del CTV.

“Nessuno di noi – ha commentato monsignor Lorenzo Leuzzi, responsabile dell’Ufficio per la Pastorale Universitaria del Vicariato di Roma, riferendosi al Rosario con il Papa dello scorso anno – può dimenticare l’entusiasmo e l’emozione del collegamento con Mosca, che assicurò una specie di ‘visita virtuale’ di Giovanni Paolo II nella ‘terza Roma’”.

Previsti per l’appuntamento oltre 1800 coristi provenienti dai cori delle università e conservatori d’Italia.

Anche quest’anno al termine della veglia mariana avrà luogo il pellegrinaggio della Croce dall’Aula Paolo VI alla Chiesa di S. Agnese in Agone (in piazza Navona a Roma).

L’arrivo del Santo Padre è previsto per le 18:30. Dopo il saluto ai giovani universitari, comincerà la recita del Santo Rosario diretta da Giovanni Paolo II, alla quale si uniranno le diverse sedi collegate. Al termine di questo, il Papa pronuncierà un discorso e darà inizio al “pellegrinaggio della Croce”.

Prima dell’arrivo del Santo Padre, e del collegamento con le città menzionate, gli universitari rifletteranno sulla Esortazione Apostolica Post-sinodale ”Ecclesia in Europa”, da cui è stato tratto il tema dell’incontro, e verranno accolte le delegazioni dei dieci paesi che faranno ingresso nell’Unione Europea.

Il documento menzionato di Giovanni Paolo II lancia un deciso messaggio di speranza, invitando a porsi davanti alle vicessitudini umane con atteggiamento fiducioso, nella certezza che “la vittoria di Cristo è già avvenuta ed è definitiva” (n. 5).

La seconda giornata europea degli universitari intende richiamarne alcuni contenuti più rilevanti, per poter utilizzare il documento pontificio in convegni, seminari, dibattiti, laboratori di cultura, da realizzarsi nelle Università e nei centri culturali del Vecchio Continente.

Per ulteriori informazioni visitare il sito http://www.universitas2000.org/