Il saluto del Papa per i 50 anni del santuario di San Pantaleone

Domenica prossima, 27 luglio, migliaia di fedeli e pellegrini si ritroveranno davanti al Santuario di Buenos Aires

Roma, (Zenit.org) Redazione | 296 hits

Gradita sorpresa per i fedeli e i pellegrini che domenica prossima, 27 luglio, si raduneranno nel quartiere di Mataderos, a Buenos Aires, per celebrare il cinquantesimo anniversario del santuario di San Pantaleone. Attraverso un messaggio diffuso mercoledì, il Santo Padre ha voluto loro esprimere vicinanza nella preghiera e gratitudine.

Papa Francesco ha rievocato i tempi in cui era ancora il cardinal Bergoglio e, da Arcivescovo di Buenos Aires, si recava in pellegrinaggio al Santuario. “Tornavo a casa spiritualmente rafforzato dalla testimonianza di fede – afferma -. Non è immaginabile tutto il bene che ho ricevuto. E per tutto questo bene desidero ringraziare. Che il Signore vi ricompensi in abbondanza!”.

Il santuario di San Pantaleone, per il Pontefice, è “un tempio che appare fermo, ma che il popolo di Dio pellegrino fa camminare”. È così che “ha camminato per cinquant’anni nei cuori di tanti fedeli che sono venuti a venerare il santo, a implorare la salute e a professare la loro fede”. Ma anche camminato “nel cuore del quartiere, proiettandosi per tutta la città”.

Il Papa ha scritto che questa venerazione rappresenta una “testimonianza di fede e di preghiera” che “ora mi aiutano ad avere fiducia e a pregare di più”. “Prego il Signore - ha concluso il Papa - che vi conceda la grazia di continuare a camminare, di continuare questo pellegrinaggio del cuore in mezzo alla grande città. In questi giorni di celebrazione dei cinquant’anni sono insieme a voi”.