"Il senso della fede è tutto nella vita buona della nostra gente"

Salvatore Martinez, presidente nazionale di RnS, sulla prolusione del cardinale Bagnasco

Roma, (Zenit.org) | 393 hits

Si sono aperti oggi, 20 maggio 2013, in Vaticano, i lavori della65ª Assemblea GeneraledellaCEI, in programma a Roma fino al 24 maggio 2013.Salvatore Martinez, presidente nazionale RnS, commenta laprolusionedi apertura delcard. Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Conferenza Episcopale Italiana: 

«All’indomani della straordinaria esperienza di Pentecoste, segnata dalla rinnovata comunione ecclesiale dei Movimenti, Comunità e Associazioni con Papa Francesco, la prolusione del Presidente della CEI pone i credenti dinanzi ad un bivio: o favorire la vita buona, retta, ispirata agli ideali del Vangelo, dedita ai propri doveri quotidiani in famiglia, nel lavoro e nella società, che è propria di una moltitudine di italiani seria e generosa, che vive con dignità e solidarietà le difficoltà del nostro tempo, oppure permettere che si radichi ancora di più una cultura individualistica e autoreferenziale, al fine atea e antiumana, che tende ad impugnare e a sconvolgere le linee di giudizio e i parametri morali e spirituali che fondano la dignità integrale e trascendente dell’uomo e la nozione di bene comune nel nostro Paese. Dalle parole del Card. Bagnasco si coglie una profonda sintonia con il pensiero e con l’indirizzo magisteriale di Papa Francesco, dunque la necessità di ripartire dalla fede del popolo di Dio, dal protagonismo delle famiglie e del popolo della vita, dalle tante opere di prossimità che rendono giustizia della forza di cambiamento e di trasformazione che sono in chi non si arrende al male e dà nuovo credito alla propria fede. La Chiesa sta vivendo uno straordinario kairòs di fiducia e di stupore con l’avvento di Papa Francesco, un’occasione meravigliosa per fare incontrare la misericordia e la speranza con le tante povertà che popolano la nostra coscienza sociale. È l’ora di una “nuova evangelizzazione in re sociali”, come già l’Enciclica Caritas in Veritate annunciava! Il Presidente della CEI, pertanto, segna il passo di una nuova missionarietà, indicando le priorità di una nuova testimonianza cristiana. Il Rinnovamento nello Spirito è vicino ai propri Pastori nel cammino che attende le nostre comunità ecclesiali: non faremo mancare il nostro coraggio, la nostra gioia, la nostra preghiera, il nostro impegno».