In 12.500 alla Processione Eucaristica

Il Santissimo Sacramento ha attraversato le strade di Dublino

| 781 hits

di Ann Schneible

DUBLINO, venerdì, 15 giugno 2012 (ZENIT.org) – 12.500 pellegrini, provenienti da tutto il mondo, hanno partecipato ieri alla Processione Eucaristica per le strade di Dublino, dove è in corso il 50° Congresso Eucaristico Internazionale.

La processione, che ha concluso una giornata di workshop e presentazioni dedicate al tema Sacerdozio e ministero al servizio della Comunione, è iniziata alla Royal Dublin Society (RDS) Arena dove viene celebrata la Santa Messa all’inizio di ogni giorno del Congresso Eucaristico.

Il cardinale Marc Ouellet, prefetto della Congregazione dei Vescovi, ha condotto i pellegrini sotto un padiglione, dove è stato esposto il Santissimo Sacramento. Mantenendosi in silenzio reverenziale, i pellegrini hanno camminato attraverso il complesso della RDS e poi lungo le strade circostanti.

Adam Gryc, tedesco, studente alla Emmanuel School of Mission di Roma, è a Dublino come missionario e volontario per il Congresso Eucaristico. Da un lato esprime la sua delusione per la percentuale relativamente bassa di giovani, dall’altro si dice commosso dall’atmosfera di preghiera della processione.

“L’inizio della processione all’Arena è stato molto solenne – racconta Adam -. Anche in seguito si è avvertito un forte senso di preghiera e questo mi ha permesso di pregare con molto fervore. È una buona cosa anche la presenza di tanti diversi carismi religiosi radunati qui”.

Una giovane del Nebraska, Melissa Weeder, ci racconta anche lei le sue impressioni. “È una benedizione – dice – essere uniti a migliaia di anime davanti a nostro Signore, fisicamente presente nell’Eucaristia. Non si può sottovalutare il Suo potere di transitare per le strade in mezzo alla gente. Sono troppi quelli che non conoscono il dono che Lui ci fa. È un onore e una benedizione trovarci oggi con la Chiesa militante”.

Dopo la processione, Suor Madre della Luce, della congregazione dei Servi del Signore, ci descrive l’atmosfera tra chi vi ha partecipato. “È stato qualcosa di molto solenne – afferma -. Lo spirito intorno a me, che non ero lontana dal Santissimo Sacramento, andando su e giù per le strade di Dublino, era stupendo. La gente pregava e cantava”.

“Una cosa che abbiamo ben impressa nella mente – aggiunge – sono i bellissimi passi evangelici sulla sequela del Re e delle vergini che seguono l’Agnello ovunque egli vada”.

[Traduzione dall’inglese a cura di Luca Marcolivio]