In America Latina gli Youcat vanno via come il pane

Ad affermarlo è Rafael D'Aqui, responsabile internazionale di ACS per l'America Latina

| 901 hits

ROMA, venerdì, 16 novembre 2012 (ZENIT.org).- Su richiesta di numerose diocesi latinoamericane, Aiuto alla Chiesa che Soffre distribuirà 500mila copie del celebre volumetto giallo. Già all’inizio di ottobre la Fondazione pontificia ha finanziato 500mila Youcat in portoghese per il Brasile, dove migliaia di giovani desiderano arrivare preparati all’incontro con Benedetto XVI in occasione della prossima Giornata Mondiale della Gioventù. E altri 12.500 esemplari in lingua spagnola sono stati distribuiti in diverse diocesi del continente. «Probabilmente ne stamperemo presto dei nuovi – afferma Rafael D’Aqui, responsabile internazionale di ACS per l’America Latina – il catechismo è gettonatissimo tra i ragazzi».

Tantissimi vescovi latinoamericani hanno infatti chiesto aiuto alla fondazione pontificia per pubblicare ulteriori copie. Solo la Conferenza episcopale boliviana ne riceverà 25mila e altre decine di migliaia andranno alle diocesi di Cuba, Colombia e Venezuela. «Il successo di Youcat – continua D’Aqui – era evidente sin dall’appuntamento di Madrid. E dopo poco più di un anno è ormai un supporto insostituibile per la pastorale giovanile». 

Per la scorsa GMG, ACS ha contribuito alla stampa di 700mila sussidi al catechismo - in inglese, francese, tedesco, italiano, spagnolo e polacco - che tutti i partecipanti hanno trovato nella loro «sacca del pellegrino». Poi lo scorso settembre la fondazione ha finanziato 50mila volumi tradotti in arabo per le migliaia di giovani che hanno accolto Benedetto XVI in Libano. E già si pensa a nuove edizioni, ad esempio in cinese.

L’alto valore di Youcat è stato attestato anche nel corso dell’ultimo Sinodo dei vescovi. I padri sinodali hanno definito il volume, al pari delle Giornate Mondiali della Gioventù, uno strumento indispensabile per la Nuova evangelizzazione.

Apprezzamento testimoniato dalle numerose lettere che ACS continua a ricevere, in particolare dall’America Latina. Monsignor Tomás Jesús Zárraga Colmenares, vescovo di San Carlos in Venezuela, loda «l’enorme contributo del catechismo al rafforzamento della fede dei nostri ragazzi». Mentre dalla diocesi di El Alto in Bolivia, monsignor Jesús Juárez Párraga sottolinea l’alto valore educativo «non solo in vista della prossima GMG a Rio de Janeiro, ma anche durante questo Anno della Fede».

«Youcat riesce a motivare i giovani – scrive poi monsignor Ricardo Tobón Restrepo, aricivescovo di Medellín in Colombia – spronandoli a vivere apertamente la propria fede in Gesù e ad adoperarsi per la Nuova Evangelizzazione. Due priorità che noi vescovi dell’America Latina e dei Caraibi abbiamo evidenziato già nel 2007, in occasione della nostra Vª Conferenza generale ad Aparecida».