In Polonia si discrimina la Tv cattolica

Monsignor Skubiś parla di minaccia contro la democrazia

| 1426 hits

di don Mariusz Frukacz

ROMA, mercoledì, 25 gennaio 2012 (ZENIT.org) - “La decisione del Consiglio Nazionale della Radio e della Televisione polacca di escludere dal multiplex la Tv cattolica Trwam è contro
la democrazia”.

È quanto ha affermato mons. Ireneusz Skubiś, redattore capo del Settimanale Cattolico Niedziela, in un’intervista concessa a ZENIT. Mons. Ireneusz Skubiś è sacerdote dell’Arcidiocesi di Częstochowa ed è redattore capo del settimanale cattolico Niedziela dal 1981.

Come valuta la decisione del Consiglio Nazionale della Radio e della Televisione polacca (KRRiT) di non concedere spazio per TV Trwam nel multiplex digitale?

Mons. Ireneusz Skubiś: Vedo tale decisione come totalmente ingiusta e contro la democrazia. In ogni Stato moderno devono essere rispettate le regole democratiche e le leggi devono essere uguali per tutti i cittadini. Ogni persona ha il diritto alla libertà di parola. Le decisioni dei responsabili dello Stato devono avere il carattere giusto e democratico. La Polonia è un paese democratico e per questo le istituzioni dello Stato polacco devono rispettare i diritti di ognuno e di tutti. Penso che la decisione di non concedere lo spazio per TV Trwam nel multiplex digitale non è soltanto un azione contro la Chiesa cattolica in Polonia, ma anche un atto che nega il diritto alla libertà di stampa e di trasmissione per milioni di cattolici polacchi. Questa TV è importante per le tante persone e la gente semplice che non ha tanti soldi. La tecnica di multiplex digitale garantisce a questa gente il libero accesso ai programmi trasmessi.

Quali possono essere  le implicazioni di tale decisione per il futuro nella società polacca?

Mons. Ireneusz Skubiś: È evidente che ci sentiamo minacciati, perché queste persone potrebbero prendere decisioni azioni ingiuste e antidemocratiche nei confronti non solo dei cattolici. Temiamo che la decisione del Consiglio Nazionale della Radio e della Televisione polacca (KRRiT) abbia il carattere di discriminazione. Non vogliamo che in Polonia i cattolici tornino ad essere discriminati. Ogni persona ha diritto alla libertà religiosa e civile in un paese democratico.

Quale ruolo svolge TV Trwam nella società polacca?

Mons. Ireneusz Skubiś: TV Trwam svolge un ruolo importante non soltanto nel campo dell’informazione ma anche nel campo più ampio della umanizzazione, un’opera educativa che noi cattolici chiamiamo evangelizzazione. TV Trwam racconta con obiettività la vita della Chiesa e della società dal punto di vista economico e culturale con obbiettività. Trasmette anche le funzioni liturgiche ed eventi importanti nella vita della Chiesa, come le visite del Papa, che per molte persone sono estremamente importanti.