Inaugurato a Roma il corso accademico “Donna e Cristianesimo”

Offre lezioni sulla teologia e la donna

| 106 hits

ROMA, martedì, 9 novembre 2004 (ZENIT.org).- È stato inaugurato, lunedì scorso, l’inizio dell’anno accademico della cattedra “Donna e Cristianesimo” della Pontificia Facoltà Teologica “Marianum” di Roma, con la prima lezione pubblica sul tema “Per una storia della donna”.



Il rettore della facoltà, Padre Silvano Maggiani, Servo di Maria, ha rilevato che “nei corsi della cattedra si fa una teologia al femminile con intelligenza” ed ha sottolineato che “si approfondisce sempre di più nel mistero di Maria, la donna di Nazareth”.

Alla prima lezione pubblica è intevenuta la professoressa Stella Morra, esperta di mistica e docente presso la Pontificia Università Gregoriana, la quale ha presentato il libro “Donna e Teologia. Bilancio di un Secolo”, edito da Ediciones Dehoniane di Bologna .

La professoressa Morra ha definito la relazione delle donne con la teologia come “un viaggio, che richiede tempo, fatiche e paura”, sebbene “alla fine di un viaggio siamo sempre un po’ di più di quello che eravamo quando siamo partiti”.

La direttrice della cattedra è Cettina Militello, presidente della Società italiana per la ricerca teologica.

La cattedra “Donna e Cristianesimo”, istituita quattro anni fa si propone di “studiare i molteplici aspetti della condizione femminile nelle varie epoche storiche, nelle diverse culture e religioni, soprattutto nel cristianesimo” e “compiere una ricognizione della condizione della donna nei vari continenti all'inizio del Nuovo Millennio”.

La relazione tra la donna e Maria di Nazareth è uno degli scopi della cattedra, tesa a “valutare l'influsso che la figura di Maria ha esercitato sul modo di concepire la persona-donna, la sua dignità e il suo ruolo nella Società e nella Chiesa”, spiegano gli organizzatori.

Il corso si articola in due percorsi. Nel primo, storico-teologico, interverranno tra gli altri Adriana Valerio, presidente de la Fondazione Pasquale Valerio e professoressa all’Università di Napoli, con corsi su “Maria nel pensiero della mistica femminile”, Bernardo Antonini, professore del Marianum, con un corso su “Donne e teologia morale”, e Cettina Militello, che illustrerà “L'ermeneutica del percorso”.

Il percorso biblico, invece, inizierà a marzo 2005 e si concentrerà su “Le donne nell'Antico e nel Nuovo Testamento”. Tra i relatori: Marinella Perroini, del Pontificio Ateneo Sant’Anselmo; Nuria Calduch, della Pontificia Università Gregoriana e Aristide Serra, professore al Marianum.

Tra i temi affrontati quest’anno dalla cattedra figurano: “Le immagini di Maria al cinema”, “La donna tra mito profetico e realtà rivelativa nella Cappella Sistina” o “Le donne discepole all'inizio della tradizione su Gesù”.