India: Gesù misericordioso "svetta" in Madhya Pradesh

Il cardinale George Alencherry, Arcivescovo Maggiore della Chiesa cattolica siro-malabarese, benedirà il 30 settembre la statua più alta dell'India

Roma, (Fides.org) | 254 hits

“La grandezza della statua è un messaggio che intende mostrare plasticamente l’immensità della misericordia di Gesù”: così il Vescovo di Sagar, S.E. Mons. Anthony Chirayath, illustra all’Agenzia Fides l’iniziativa di aver costruito un santuario che ospita la più alta statua di Gesù in India, dedicata a Gesù misericordioso. “La “statua della Divina Misericordia di Gesù”, alta circa 13 metri, è un monumento dedicato alla misericordia di Dio per quanti lo cercano”, spiega il Vescovo. Sarà il Cardinale George Alencherry, Arcivescovo Maggiore della Chiesa cattolica siro-malabarese, a benedire, il 30 settembre, la statua. La celebrazione si svolge a Sagar, nello stato di Madhya Pradesh, alla presenza di oltre 20 vescovi e di pellegrini dall’India e da altri paesi del mondo. La gente chiama il luogo "Dayasagar" (“Oceano di Misericordia”): qui si presenta ai fedeli la devozione alla Divina Misericordia, resa popolare da Santa Maria Faustina Kowalska. La statua si trova a 15 km dalla città di Sagar, nel villaggio chiamato Khajooria Guru. Pesa 1,5 tonnellate, è posta su di un basamento di cemento di 30 metri per proteggerla da tempeste e terremoti. È stata realizzata in materiale termoindurente e misura 5 metri di larghezza, e uno di profondità. I raggi del cuore di Gesù sono lunghi 6,4 metri.

L'idea di erigere la statua monumentale è del Vescovo di Sagar che – come narra egli stesso a Fides – nell’ottobre 2007, durante una visita a San Francisco (USA), ha avuto la visione di un santuario della Divina Misericordia e ha sentito una voce interiore che gli chiedeva di costruire un santuario a Sagar, dedicato alla Divina Misericordia. Dopo aver ricevuto in dono una sacra immagine della Divina Misericordia su tela, nel 2007 il Vescovo ha consacrato la sua diocesi alla Divina Misericordia e ha deciso di creare un santuario, che ospita la tela e una cappella dedicata a S. Maria Faustina, dove vi è anche una reliquia della santa, donata dalla Congregazione delle Suore di Gesù Misericordioso in Polonia. Ora al santuario si aggiunge la imponente statua. Oggi pellegrini di ogni fede si recano al santuario per la preghiera, la meditazione, l'Adorazione eucaristica, la guarigione spirituale.

(Fonte: Agenzia Fides 27/9/2013)