Inno in onore del Beato Gabriele Maria Allegra

La beatificazione del frate, noto per aver tradotto la Bibbia in cinese, è avvenuta il 29 settembre 2012

Roma, (Zenit.org) | 886 hits

Sabato 26 gennaio 2013 è stata celebrata per la prima volta - la beatificazione è avvenuta appena pochi mesi fa, il 29 settembre 2012 - la memoria liturgica del Beato Gabriele Maria Allegra.

Il religioso francescano, nativo di Acireale, è noto per la sua straordinariamente intensa attività missionaria e aver tradotto la Bibbia in cinese.

Per l'occasione è stato realizzato un nuovo inno in onore del Beato Gabriele Maria Allegra, composto dal maestro Mons. Giuseppe Liberto.

Il testo, scritto da p. Gianni Califano - Postulatore generale dell'Ordine dei Frati minori - è ispirato alla vita e alle parole del Beato. In particolare il ritornello sembra indovinato, perché è una breve ed intensa preghiera. Sono parole del Beato che commuovono.

Rivolgendosi a mons. Giuseppe Liberto si è voluto però assicurare all’inno una musicalità solenne e liturgica e nello stesso tempo cantabile anche da parte dell'’assemblea, e non solo da una corale. 

*** 

Testo: Fr. Gianni Califano, ofm

Degno figlio del padre Francesco
ti si accese una fiamma nel cuore
per offrire alla terra d’Oriente
la “Parola di Dio fatta libro”.
Or che l’opera santa è compiuta
con te, padre Gabriele cantiamo:

Verbo Eterno, Parola del mio Dio[1]
voglio passare la vita ad ascoltarti!
Tu che hai mandato il tuo Spirito di luce
fammi gustare la tua verità!

Umilissimo frate minore
e discepolo della Sapienza
hai scrutato il mistero di Dio
dal suo fuoco sei stato rapito,
ora splendi nel cielo suo santo.
Con te, padre Gabriele, cantiamo:

Verbo Eterno, Parola del mio Dio

Come angelo fissi lo sguardo
sulla “Faccia del Verbo Incarnato”[2]
e ne assumi sembianze e fattezze
per mostrarlo vivente ai fratelli,
la sua luce ti avvolge e possiede.
Con te, padre Gabriele, cantiamo:

Verbo Eterno, Parola del mio Dio

Con un patto d’amore hai legato
il tuo cuore al Cuor di Maria,
verginale feconda alleanza
che ti rende intimissimo al Verbo:
con la Chiesa lo generi al mondo.
Con te, padre Gabriele, cantiamo:

Verbo Eterno, Parola del mio Dio

La divina Scrittura è il tesoro
per il quale ogni bene hai lasciato,
vero povero come Francesco
ma ricchissimo di ogni virtù:
ora ottieni anche a noi questo bene.
Con te, padre Gabriele, cantiamo:

Verbo Eterno, Parola del mio Dio

*

NOTE

[1] (cfr .appunti spirituali del Beato)

[2] espressione propria del Beato: vorrei essere angelo della Faccia di Gesù