ItaliaCamp: "da rottamatori a costruttori"

Con InNovaCamp, alla Pontificia Università Lateranense, emergono idee e soluzioni anticrisi

| 1032 hits

ROMA, sabato, 20 ottobre 2012 (ZENIT.org).- “Per rintracciare e ricostruire la matrice della rappresentanza politica e indirizzarla verso un concetto condiviso di bene comune è necessario rammentare che il potere e le responsabilità di governo sono innanzitutto un'investitura”. (Zygmunt Bauman).

Le parole del sociologo della modernità liquida, Zygmunt Bauman, hanno aperto questa mattina “InNovaCamp”, il primo barcamp organizzato dall’Associazione ItaliaCamp presso quella che “a titolo speciale” è l’Università del Papa, la Pontificia Università Lateranense.

“Salvezza e dannazione – proposte e soluzioni anticrisi”. È stato questo il titolo dell’iniziativa che ha visto coinvolti il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio e Presidente Onorario dell’Associazione ItaliaCamp, Antonio Catricalà, il Pro Rettore dell’Ateneo del laterano, Patrick Valdrini, i ministri Fornero e Severino, Gianni Letta e Pierluigi Celli, rispettivamente Presidente Onorario e Presidente della Fondazione ItaliaCamp.

“La salvezza – afferma il Sottosegretario Catricalà – riprendendo il titolo di InNovaCamp, è soprattutto un atto di volontà. Ecco perché è necessario far emergere le idee migliori come volano della crescita e della ripresa del Paese”. Gli ha fatto eco il Pro Rettore Valdrini che ha ribadito come sia necessario “bonificare l’etica politica, puntando su una classe dirigente seria e responsabile. Dall’altro, – ha aggiunto – crediamo sia giunto il momento di guardare alla creatività e alla conoscenza come beni pubblici da incentivare, sostenendo la creazione di poli universitari d’eccellenza come l’Università Lateranense”. “So quanta concretezza c’è nelle idee che ItaliaCamp ha suggerito”, ha affermato il Ministro della Giustizia Paola Severino, alla quale, tra l’altro, è stato da poco sottoposto uno degli oltre 700 progetti legati alla prima fase del concorso “La tua idea per il Paese”, edizione 2012, promosso dall’Associazione stessa.

È, poi, intervenuta il Ministro del Lavoro Elsa Fornero che, ricordando le due giovani vittime di Napoli e Palermo, ha voluto loro dedicare l’evento di oggi, organizzato proprio da un gruppo di loro coetanei che ha tra gli obiettivi, quello di garantire ai giovani pari opportunità.

Ha concluso la sessione plenaria il giovane Presidente di ItaliaCamp Fabrizio Sammarco che, citando il messaggio che il Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana, il vescovo Mariano Crociata, ha inviato all’Associazione, ha evidenziato come “la categoria della salvezza (soprattutto) e della dannazione (di riflesso) sembrano quasi pensate appositamente perché la realtà ecclesiale italiana si senta coinvolta in questo lodevole sforzo comune finalizzato a elaborare proposte e soluzioni che ci conducano fuori dal guado, in salvo”.

Hanno poi preso il via parallelamente le quattro sessioni di dibattito, nell’ambito delle quali, selezionati rappresentanti della società civile hanno avuto a disposizione 5 minuti di tempo per presentare i propri progetti di ricerca e idee di sviluppo sul provocatorio tema "Salvezza o dannazione: proposte e soluzioni anti crisi", declinato nei seguenti ambiti: crescita e sviluppo; impresa e lavoro; ambiente ed energia; ricerca, scienza e tecnologia.

All’interno delle sessioni sono intervenuti rilevanti esponenti del mondo delle imprese, delle istituzioni e dei media, tra i quali: Alessandro Addari, Giovani Imprenditori Confindustria; Domenico Arcuri, Invitalia; Raffaele Bonanni, CISL; Aldo Cazzullo, Corriere della Sera; Carlo Cimbri, Unipol; Roberto Cingolani, Istituto Italiano Tecnologia; Vittorio Cogliati Dezza, Legambiente; Giuseppe De Rita, Censis; Federico Eichberg, Ministero dello Sviluppo Economico; Emmanuele Emanuele, Fondazione Roma; Antonio Gaspari, Zenit; Ignazio Ingrao, Panorama; Alessandro Laterza, Editore; Ivanhoe Lo Bello, Confindustria; Carlo Marroni, Il Sole24ore; Antonio Mastrapasqua, INPS; Maurizio Melani, Ministero Affari Esteri; Mauro Moretti, Ferrovie dello Stato; Emilio Petrone, SISAL; Cesare Romiti, Aspen; Edo Ronchi, Fondazione Sviluppo Sostenibile; Giovanni Sabatini, ABI; Giusto Sciacchitano, Direzione Nazionale Antimafia - Palermo; Marcela Villareal, FAO. A moderare i lavori Alessandro Barbano, Vice Direttore de Il Messaggero, Barbara Carfagna, giornalista Tg1, Antonio Preziosi, Direttore Radio 1 e Sarah Varetto, Direttore Sky Tg24.

InNovaCamp, trasmesso in diretta da Sky Tg24 ha, quindi, rappresentato un’opportunità straordinaria di confronto per lo studio e proposta di nuovi modelli di sviluppo che sappiano coniugare in modo equilibrato crescita economica e benessere sociale, volti a ridurre le forti disuguaglianze sociali ed economiche delle società contemporanee. In tale ottica si è inteso evidenziare la rilevanza del confronto tra i diversi “credo” culturali, economici, religiosi e politici con l’obiettivo di valorizzare le migliori idee presentate, pubblicandole nel primo Rapporto sull’Innovazione Sociale, redatto dal Centro di Ricerca Internazionale per l’Innovazione Sociale “ItaliaCamp”. 

CONTATTI STAMPA

Gaia Marcorelli
Responsabile Ufficio Stampa
Associazione ItaliaCamp
g.marcorelli@italiacamp.it

Massimiliano Padula
Direttore Ufficio Comunicazione e Stampa
Pontificia Università Lateranense
padula@pul.it

***

ITALIACAMP

STORIA E MISSION 2010-2012

ItaliaCamp rappresenta il frutto associativo di un gruppo di giovani esponenti della società civile tra i 20 e i 35 anni che, partendo da una rete di sessanta università nazionali e internazionali, ha oggi consolidato un innovativo network di idee e progettualità. Nel corso di cinque grandi  BarCamp organizzati in Italia e in Europa da ottobre 2010 a maggio 2011 e legati alla prima edizione del concorso "La tua idea per il Paese" (Roma, Lecce, Milano, Napoli, e Bruxelles – presso la sede del Parlamento europeo) sono state presentate più di 700 idee con la partecipazione di circa cinquemila persone. Sia per le tematiche affrontate, che per l’innovativo e precursore approccio di coinvolgimento della società civile nella definizione e valorizzazione del bene pubblico, ItaliaCamp ha riscosso sin da subito un grande successo, mostrandosi esempio di cittadinanza attiva, e meritando il riconoscimento da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che ha voluto conferire all’iniziativa il Premio di Alta Rappresentanza.

Le 10 migliori idee della 1° edizione del concorso vengono premiate il 21 novembre 2011 a Palazzo Chigi - alla presenza del Sottosegretario della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Antonio Catricalà, Presidente Onorario dell’Associazione ItaliaCamp - e dei partner di progetto di ItaliaCamp impegnati nella loro concreta realizzazione. Dal successo del primo anno di attività dell’Associazione nasce (nel dicembre 2011) la Fondazione ItaliaCamp, presieduta dal Dottor Gianni Letta e dal Dottor Pier Luigi Celli, mentre il Sottosegretario Antonio Catricalà riveste, con Fabrizio sammarco, la carica doi Presidente dell’Associazione ItaliaCamp. Sono Soci Fondatori della Fondazione rilevanti realtà istituzionali e aziendali come: INPS, Ferrovie dello Stato, Poste Italiane Spa, RCS MediaGroup, Sisal SpA, Gruppo Unipol e Wind Telecomunicazioni SpA, che costituiscono il comitato d’indirizzo della Fondazione con Enel Green Power e Fondazione Roma, accomunate dall’intento di sostenere un nuovo processo di innovazione sociale attraverso l’intermediazione della domanda e offerta di ricerca trasferibile, finalizzata alla crescita del nostro Paese. Fattore distintivo di ItaliaCamp è la partnership realizzata con autorevoli Università nazionali e internazionali: una rete collaborativa di 60 atenei da cui sono emerse le oltre 700 progettualità. Il modello ItaliaCamp integra le più innovative logiche di start up, proponendo un nuovo modello di sviluppo basato sulle Delivery Units, definite Italia Units, vere e proprie unità di consegna che si occuperanno di creare le condizioni migliori per la concreta realizzazione delle 10 idee vincitrici: gli ideatori delle 10 idee vincitrici, infatti, non sono stati destinatari di una somma in denaro, ma hanno ricevuto come premio - da parte dei 10 partner di progetto ItaliaCamp - l’impegno (formalizzato in un accordo sottoscritto in occasione dell’evento di premiazione) di “adozione” dell’idea proposta per la concreta realizzazione di questa, secondo le modalità e tempistiche ritenute più opportune. Il 26 marzo 2012, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e Presidente Onorario dell’Associazione ItaliaCamp, Antonio Catricalà, lancia presso la sala stampa di Palazzo Chigi, la 2° edizione del concorso “La tua idea per il Paese” e il primo placemente delle idee in Italia, promosso dall’Associazione ItaliaCamp, preannunciando il primo dei 3 barcamp territoriali previsti dalle attività ItaliaCamp 2012: gli “Stati Generali del Mezzogiorno d’Europa”, dedicato alla società civile delle 7 regioni del Sud (Catanzaro, 30 giugno 2012).

In un momento così delicato per il futuro del Paese, ItaliaCamp vuole dare il suo contributo attivo, favorendo l'emergere di idee e progetti di innovazione sociale, utili all'interesse collettivo. L'obiettivo è generare un nuovo modello di sinergie tra persone, istituzioni e imprese, in uno sforzo collettivo utile al rilancio dell'Italia. Per tale ragione e con la convinzione che il Sud - vera grande risorsa sottoutilizzata del Paese - possa determinare il rilancio dell'Italia, ItaliaCamp mette il Mezzogiorno al centro del proprio progetto, invertendo simbolicamente la cartina del Paese. ItaliaCamp ha cominciato il proprio percorso a Catanzaro, con gli Stati Generali del Mezzogiorno d'Europa e prosegue, dall'autunno in poi, con il centro e il nord Italia, organizzando gli Stati Generali del Centro e del Nord sabato 1 dicembre a Verona.

Il progetto ItaliaCamp - partendo dai BarCamp territoriali sopra menzionati - promuove, quindi, un nuovo modello di interazione tra cittadini, istituzioni e imprese, anche in forma digitale, attraverso il proprio portale, dove è attivo, in modo permanente, il placement delle idee ItaliaCamp: www.italiacamp.it