L’albero di Natale, segno della sfolgorante luce di Cristo, sostiene il Papa

Ricevendo la delegazione austriaca che ha donato l’abete di piazza San Pietro

| 359 hits

CITTA’ DEL VATICANO, domenica, 18 dicembre 2005 (ZENIT.org).- L’albero di Natale, che già brilla in piazza San Pietro in Vaticano, è un segno della “sfolgorante luce divina” di Gesù, ha affermato Benedetto XVI.



Il Papa lo ha constatato questo sabato ricevendo in udienza i circa mille pellegrini dell’Alta Austria, tra i quali rappresentanti civili ed ecclesiastici, che gli hanno donato l’imponente abete alto quasi trenta metri, proveniente dai boschi di Eferding e illuminato per la prima volta la sera di quel giorno.

La delegazione era guidata dal Vescovo di Linz, monsignor Ludwig Schwarz, dal Vescovo emerito, monsignor Maximilian Aichern, e dal Presidente del Land Alta Austria, il dottor Josef Pühringer.

Presenti all\'incontro anche i membri del coro e della cappella (Stadtkapelle) di Eferding, come pure il gruppo folcloristico femminile \"Goldhaubenfrauen\".

“A Natale riecheggia in ogni parte del globo il lieto annunzio della nascita del Redentore: l’atteso Messia si è fatto uomo ed è venuto in mezzo a noi”, ha constatato il Pontefice nel discorso rivolto ai suoi ospiti nell’Aula della Benedizione del Palazzo Apostolico Vaticano.
“Con la sua luminosa presenza, Gesù ha dissipato le tenebre dell’errore e del peccato, ed ha recato all’umanità la gioia della sfolgorante luce divina, di cui l’albero natalizio è segno e richiamo”, ha aggiunto.

Il Vescovo di Roma ha riconosciuto che, in questo senso, l’albero di Natale è un invito ad accogliere nel cuore “il dono della sua gioia, della sua pace e del suo amore”.

“Credere a Cristo significa lasciarsi avvolgere dalla luce della sua verità che dà pieno significato, valore e senso alla nostra esistenza, giacché proprio rivelandoci il mistero del Padre e del suo amore Egli svela anche pienamente l’uomo a se stesso e gli manifesta la sua altissima vocazione”, ha concluso.

La tradizione di avere un albero gigante in Piazza San Pietro è stata iniziata nel 1982 da Giovanni Paolo II, insieme a quella del presepe. Ogni anno lo offre una diversa regione d’Europa.

Oltre all\'abete che resterà accanto al presepe fino al termine delle festività natalizie, la delegazione austriaca ha fatto dono di altri 32 piccoli alberi di Natale, che andranno ad ornare il Palazzo Apostolico – come l\'abitazione del Santo Padre – e vari ambienti del Vaticano.

Ad accendere le luci dell\'albero in Piazza San Pietro è stato il piccolo Jürgen Lengauer, di undici anni, che l\'estate scorsa ha salvato il fratellino di due anni dall’annegamento e che lunedì scorso ha acceso nella Chiesa della Natività di Betlemme la “Luce della Pace” consegnata al Papa nel corso dell’udienza.