L'appello del Papa per i rifugiati e per gli apolidi

In occasione del 50° anniversario dell'Organizzazione Mondiale per le Migrazioni

| 690 hits

CITTA’ DEL VATICANO, domenica, 4 dicembre 2011 (ZENIT.org) – Al termine della recita dell’Angelus di oggi, papa Benedetto XVI ha ricordato l’imminenza del 50° anniversario dell’Organizzazione Mondiale per le Migrazioni.

Questa ricorrenza, ha aggiunto il Santo Padre, va a coincidere con un altro cinquantenario, quello della Convenzione sulla riduzione dei casi di apolidìa, e con il 60° anniversario della Convenzione sullo status dei rifugiati.

“Affido al Signore quanti, spesso forzatamente, debbono lasciare il proprio Paese, o sono privi di nazionalità”, ha affermato Benedetto XVI.

Il Papa ha poi incoraggiato la “solidarietà nei loro confronti”, assicurando la propria preghiera “per tutti coloro che si prodigano per proteggere e assistere questi fratelli in situazioni di emergenza, esponendosi anche a gravi fatiche e pericoli”.