L'Eucaristia, fonte di condivisione e gratuità per i giovani

Convegno diocesano per gli animatori di pastorale universitaria

| 1764 hits

di Marina Tomarro



ROMA, lunedì, 21 settembre 2009 (ZENIT.org).- “L’Eucaristia è come un'ondata di energia che invade il cristiano e lo porta a vedere il mondo in una maniera differente e più profonda. Perciò è importante trasmettere questo messaggio ai giovani e in particolare agli universitari”, afferma mons. Luigi Moretti.

Così il Vicegerente della diocesi di Roma ha salutato, il 19 settembre, i partecipanti al convegno diocesano per gli animatori di pastorale universitaria, organizzato dall’Ufficio per la Pastorale Universitaria del Vicariato di Roma, sul nuovo tema scelto come percorso di riflessione per il prossimo anno pastorale: “Eucaristia e vita di studio”.

“E’ necessario – ha spiegato monsignor Benedetto Tuzia, Vescovo ausiliare del settore ovest per la diocesi di Roma, tra i relatori dell’incontro – far capire ai giovani, che l’esperienza dell’Eucaristia va al di là di un semplice atto religioso”.

“Infatti essa – ha aggiunto – contiene in sé due valori importantissimi: quelli della condivisione e della gratuità”, che “se vissuti nella propria vita, ad esempio condividendo sogni e speranze con i compagni di studio o mettendo al servizio dei fratelli la propria conoscenza, davvero i ragazzi riusciranno a comprendere pienamente il mistero e la bellezza di questo sacramento nella loro quotidianità universitaria”.

Infatti spesso per gli studenti se non guidati, il periodo della loro vita universitaria rischia di essere limitato ad un apprendimento culturale arido e finalizzato soltanto ad un futuro lavorativo.

“Studiare vuol dire guardare il mondo con occhi nuovi”, ha invece detto ai presenti Ferdinando Montuschi, docente di Pedagogia speciale presso l’Università di Roma Tre.

“Perciò gli animatori pastorali, hanno un compito importantissimo verso questi giovani – ha sottolineato –. Infatti devono aiutarli a comprendere che si studia non solo per avere successo o un lavoro importante, ma soprattutto per saper condividere la verità e aiutare a loro volta altri a crescere. Questa è la carità nello studio”.

Nel corso dell’incontro è stato presentato il calendario degli appuntamenti che attendono gli universitari durante l’imminente nuovo anno accademico.

Tra gli eventi previsti: sabato 10 ottobre la Veglia mariana con Benedetto XVI per l’Africa e con l’Africa; il 7 novembre, il VII Pellegrinaggio degli Universitari al santuario di San Gabriele dell’Addolorata in Abruzzo; e giovedì 17 dicembre, la Messa in preparazione al Natale con il Santo Padre.