L’Eucaristia, fonte di unione per le Chiese cristiane

| 800 hits

BARI, mercoledì, 25 maggio 2005 (ZENIT.org).- Il Congresso Eucaristico Nazionale in svolgimento in questi giorni a Bari ha celebrato questo mercoledì la giornata ecumenica, durante la quale rappresentanti delle diverse Chiese cristiane si sono alternati nel proporre la domenica come giorno del Signore e dell’unità dei cristiani.



Introducendo i lavori, monsignor Vincenzo Paglia – Vescovo di Terni-Narni-Amelia e presidente della Commissione Episcopale per l’Ecumenismo e il Dialogo interreligioso – ha sottolineato come, “nonostante tutte le divisioni a volte davvero laceranti che ci sono sull’Eucaristia, la domenica resti centrale in tutte le Chiese e confessioni cristiane”.

Anche se le società contemporanee spingono sempre più la domenica verso la marginalità, ha constatato infatti il presule, “il Giorno del Risorto è un patrimonio comune a tutte la Chiese cristiane da duemila anni. E’ un patrimonio che ha resistito a tutte le divisioni”.

Tra i vari interventi della giornata, ha avuto un impatto particolarmente forte la relazione del Vescovo Luterano di Helsinki, il reverendo Eero Huovinen.

Dopo aver spiegato che né Martin Lutero in Germania né Michael Agricola in Finlandia volevano fondare una nuova chiesa, ma solo rinnovarne una nuova e unita, Huovinen ha affermato che “noi luterani finnici desideriamo essere parte della Chiesa cattolica di Cristo”.

Il Vescovo di Helsinki ha spiegato che insieme ai cattolici romani e agli altri cristiani i luterani hanno celebrato nel 2005 gli 850 anni della Chiesa in Finlandia, che rappresenta l’84% della popolazione del Paese.

“Insieme alle sorelle ed ai fratelli cattolici noi preghiamo per poter essere uno in Cristo”, ha sottolineato Huovinen..

In merito al significato della domenica, il Vescovo luterano di Helsinki ha rilevato che “senza il sacramento della santa Eucaristia, senza Cristo e senza Dio” non si può vivere.

Dio, del resto, ha creato la domenica non solo per far riposare gli uomini, ma per santificare la festa, come ricorda il terzo comandamento.

“La domenica è il giorno della resurrezione di Cristo” e “l’Eucaristia è il sacramento della presenza reale di Cristo”, ha ribadito Huovinen, ricordando come la fede nella reale presenza di Cristo nell’Eucaristia abbia sempre unito i luterani ed i cattolici

“L’unità non si realizza senza verità”, e l’unica via è “la verità nella carità”, ha affermato.

“Dal profondo del mio cuore – ha concluso il Vescovo luterano –, vorrei anticipare il giorno in cui luterani e cattolici insieme potranno unirsi in una forma visibile”.