L'icona del Fileremo al Cremlino

L'immagine sacra concessa in prestito dalla Basilica di Santa Maria degli Angeli in Porziuncola per la mostra dedicata all'Ordine di Malta

| 822 hits

ROMA, domenica, 1 luglio 2012 (ZENIT.org) – Il Museo del Cremlino di Mosca inaugurerà il prossimo 5 luglio un’importante mostra dedicata ai tesori dell’Ordine di Malta, promossa dal Governo russo.

«Questa mostra – ha spiegato Elena Gagarina, direttrice del Museo - è dedicata all’Ordine di Malta, alla sua storia e alle sue insegne, e a Malta come Stato. Come è noto, uno degli imperatori russi, Paolo I, era capo dell’Ordine di Malta e la Russia conserva alcune insegne dell’Ordine. Simboli maltesi fecero anche parte dei simboli dell’Impero russo per un certo periodo. Inoltre, due meravigliosi dipinti saranno esposti al Cremlino. Uno è il ritratto di un Cavaliere dell’Ordine di Malta, dipinto dal Caravaggio, che porteremo dal Palazzo Pitti. L’altro è San Giovanni Battista con indosso le vesti e le insegne dell’Ordine di Malta, dipinto da Mattia Preti».

La Basilica Papale di Santa Maria degli Angeli in Porziuncola parteciperà alla mostra con il prestito dell’icona della Vergine del Fileremo in essa custodita. Si tratta di un’icona particolarmente venerata dagli stessi Cavalieri di Malta, i quali si recano ogni anno  in pellegrinaggio alla Porziuncola per venerare la Madonna del Fileremo, Vergine di tutte le grazie, protettrice dell’Ordine. L’icona, che giunse a metà dell’Ottocento da Mosca, si trovava fino alla metà del secolo scorso presso l’isola di Rodi. È stata portata presso la Porziuncola dagli stessi Frati Minori che erano presenti nell’isola di Rodi fino agli anni ‘60 del secolo scorso.