"L'oggi del Concilio"

Un ciclo di incontri sul Vaticano II

Roma, (Zenit.org) | 858 hits

“L’oggi del Concilio - attualità di una speranza”. Si chiama così l’inedita e prestigiosa iniziativa che caratterizzerà il 2013 della Diocesi di Savona-Noli e debutterà martedì prossimo 8 gennaio alle 20.45 sul palco del teatro don Bosco. L’evento è ovviamente legato all’Anno della fede e in particolare al cinquantesimo anniversario dell’apertura del Vaticano II. Sarà infatti il Concilio, con le sue proposte, le sue innovazioni, le sue sfide, valide ancora per la chiesa e il mondo di oggi, a contraddistinguere questo percorso formativo e culturale. Cinque saranno le serate che verteranno su costituzioni o documenti conciliari in uno stile non cattedratico, ma anzi di confronto e di apertura al dibattito. La sede del teatro Don Bosco di via Piave, faciliterà questa dimensione più votata al talk show che non alla lectio magistralis.

Seguendo lo stile già sperimentato con successo durante la veglia di apertura dell’anno pastorale, stile peraltro ispirato allo stesso Concilio, si cercherà l’apertura e il confronto con il mondo. Ognuna delle prime quattro serate vedrà infatti la partecipazione di due autorevoli figure che si confronteranno, a campo aperto e alla pari. Il conduttore della serata – in questo ruolo si alterneranno don Giovanni Margara, direttore del “don Bosco”, parroco, nonché regista e autore teatrale, e Marco Gervino, giornalista e direttore dell’Ufficio stampa diocesano – aprirà e stimolerà il dibattito fra i due relatori aprendolo poi anche alle domande e alle suggestioni del pubblico.

Non solo. Sempre strizzando l’occhio allo stile televisivo, ognuno di questi incontri sarà introdotto da un agile contributo filmato che illustrerà in 4-5 minuti il significato essenziale del tema della serata. Protagonista di queste clip introduttive sarà monsignor Luigi Bettazzi, vescovo emerito di Ivrea e padre conciliare, che grazie alla sua testimonianza diretta, accompagnata dalla sua cultura e dalla sua immancabile e ironica verve, sintetizzerà in pochi e semplici concetti il documento su cui poi verterà la discussione. E sarà poi proprio monsignor Bettazzi, uno fra i pochi protagonisti del Vaticano II ancora in vita, l’ospite d’onore della serata finale di questo percorso.

Il primo appuntamento sarà martedì 8 gennaio alle 20.45 (teatro don Bosco, via Piave) con “Chiesa, da conoscere e da amare” incontro sulla Lumen Gentium, Costituzione dogmatica sulla Chiesa. I relatori saranno monsignor Franco Giulio Brambilla, già Rettore della facoltà teologica dell’Italia Settentrionale e ora Vescovo di Novara e Franco Garelli, sociologo e docente universitario. La serata sarà moderata da don Giovanni Margara. La Lumen Gentium - così denominata dalle parole iniziali del testo originale latino Lumen gentium cum sit Christu è il documento centrale del Vaticano II, strettamente collegato con gli altri quindici. Riguardo alla storia della sua redazione, fu molto laboriosa e il testo definitivo fu approvato il 21 novembre 1964, con 2151 voti favorevoli e 5 contrari. In esso si trovano otto capitoli molto importanti e che segnano la vita della Chiesa del nostro tempo.