L'organizzazione sanitaria, l'etica e l'economia

Un nuovo volume del bioeticista Gian Antonio Dei Tos analizza i valori morali che ispirano i criteri di gestione delle risorse nella sanità, in una prospettiva solidaristica e universalistica

Roma, (Zenit.org) Redazione | 320 hits

Etica ed economia nell’organizzazione sanitaria è il tema di un volume appena pubblicato dal bioeticista Gian Antonio Dei Tos, per le Edizioni Messaggero Padova. Un volume di bruciante attualità che, pensato per un pubblico di addetti ai lavori, si rivolge in realtà a tutti quanti hanno a cuore la riflessione sui temi dell’umano.

Salute e sanità è il binomio attorno al quale ruota il mondo della cura. Ma in questo binomio, da qualche tempo in modo sempre più incisivo, ha fatto capolino anche un altro termine: economia. Perché, complice la crisi che da qualche anno grava pesantemente anche sui bilanci degli enti sanitari, sempre più spesso chi si occupa di salute e sanità deve fare i conti con l’esiguità delle risorse. Ma, come sempre, anche quello che a prima vista può rappresentare un vincolo, in realtà si può trasformare in opportunità, aprendo le porte a scelte sempre più responsabili e a interessanti riflessioni.  

È il caso delle riflessioni proposte dal volume Etica ed economia nell’organizzazione sanitaria, di Gian Antonio Dei Tos, bioeticista, medico e direttore generale dell’Azienda Ulss 7 del Veneto, pubblicato dalle Edizioni Messaggero Padova nella collana Limina (che ospita volumi su temi di natura etica).

Obiettivo del volume è quello di portare la riflessione su questi temi in un ambito il più ampio possibile che va dagli studiosi di filosofia della scienza a quelli di economia o etica, dagli esperti di bioetica a quelli di economia sanitaria, per giungere a tutti coloro che sono interessati a riflettere su temi che toccano in profondità l’idea stessa di umano. 

Perché, se è vero che la promozione della salute è impegno prioritario di ogni istituzione pubblica, è anche vero che essa è condizionata dalle risorse economiche disponibili, le quali, essendo limitate, fanno emergere sfide di grande complessità, dense di variabili difficili da controllare e che spesso si affidano a soluzioni diversificate. Nascono così modelli diversi di sistema sanitario, che sono espressione sia di differenti assetti economico-istituzionali sia di differenti visioni antropologiche e di valori morali su cui si fondano le istituzioni. A tutto ciò il volume di Dei Tos, che ha rinunciato a ogni diritto sull’opera, intende offrire un contributo, partendo proprio dall’analisi dei valori morali che ispirano i criteri di gestione delle risorse nella sanità, in una prospettiva solidaristica e universalistica.