L'udienza di Papa Francesco al presidente della Repubblica di Croazia

Al centro dei colloqui: le buone relazioni tra i due Stati, il compiacimento per l'ingresso della Croazia nella UE, e la preoccupazione per la situazione internazionale, in particolare per le comunità cristiane nel mondo

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) | 382 hits

Questa mattina, Papa Francesco ha ricevuto in udienza, nel Palazzo Apostolico, il presidente della Repubblica di Croazia, Ivo Josipović, il quale ha successivamente incontrato il cardinale Tarcisio Bertone, Segretario di Stato uscente, accompagnato dall’arcivescovo Dominique Mamberti, Segretario per i Rapporti con gli Stati.

Nel corso dei colloqui, "svoltisi - come riferisce una nota della Sala Stampa vaticana - in un clima di cordialità", dopo aver evocato la lunga tradizione cattolica della Croazia, "è stata espressa soddisfazione per le buone relazioni bilaterali, consolidate dai quattro Accordi vigenti, che favoriscono la collaborazione fra la Chiesa e lo Stato per il bene comune della società croata".

Durante la conversazione - prosegue il comunicato - è stato espresso "compiacimento per l’ingresso della Croazia nell’Unione Europea e si sono toccati alcuni temi di comune interesse". Un cenno anche alle sfide che il Paese deve affrontare nell’attuale momento di crisi economica, come pure al contesto regionale con uno speciale riferimento alla situazione dei Croati nella Bosnia ed Erzegovina. Infine, riferisce la nota, "si è fatto riferimento alla situazione internazionale con particolare attenzione alla condizione delle Comunità cristiane nel mondo".