L'Udienza generale anche in arabo

Da domani uno speaker riassumerà le catechesi e tradurrà i saluti del Santo Padre nella lingua parlata più diffusa in Medio Oriente

| 822 hits

CITTA' DE VATICANO, martedì, 9 ottobre 2012 (ZENIT.org) - A cominciare da mercoledì 10 ottobre si aggiunge anche l’arabo alle tradizionali lingue dell’Udienza generale. Lo ha detto alla vigilia, martedì 9, il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, il gesuita Federico Lombardi, sottolineando che «uno speaker riassumerà in arabo i contenuti della catechesi del Papa e tradurrà i suoi saluti».

L’iniziativa — ha spiegato padre Lombardi — è frutto della decisione di Benedetto XVI, «in continuità con il viaggio dello scorso settembre in Libano e con la pubblicazione dell’esortazione apostolica postsinodale sul Medio Oriente».

In questo modo — ha concluso il direttore della Sala Stampa — il Pontefice «vuole manifestare il suo interesse che continua, e il suo incoraggiamento per i cristiani del Medio Oriente; e ricordare a tutti anche il dovere di pregare per la pace in Medio Oriente».