"La battaglia per la vita non è 'confessionale'"

Il Movimento Cristiano Lavoratori aderisce alla campagna "Uno di Noi"

Roma, (Zenit.org) | 456 hits

“Quella a favore della vita non è una battaglia ‘confessionale’ ma trasversale, che ci auguriamo possa trovare consensi in tutti gli uomini di buona volontà”. Lo ha dichiarato in un comunicato stampa il presidente del MCL, Carlo Costalli.

“La dignità della persona umana – ha proseguito Costalli - è il fondamento di ogni altra dignità: lavorativa, sociale, familiare, politica, economica. Per questo il Movimento Cristiano Lavoratori, che già ha dato la propria convinta adesione alla campagna ‘UnoDiNoi’, prenderà parte all’iniziativa di Domenica 12 maggio, momento ufficiale per la raccolta firme”.

“In un momento di grande disorientamento come quello che stiamo vivendo viene dato risalto solo ai temi economici: crisi e finanza. L’urgenza vera, invece, è quella di riscoprire l’anima: di rifondare la società su valori forti come la centralità della persona e il rispetto dei diritti umani. La perdita di questi valori è una delle cause maggiori della crisi che stiamo vivendo”, ha continuato il presidente del MCL.

Costalli ha concluso sottolineando che il MCL “sosterrà questa mobilitazione nazionale con centri di raccolta in tutte le nostre sedi presenti sul territorio e collaborando anche con i parroci in quelli istituiti nelle parrocchie”.