La Cappella Sistina si attrezza per accogliere il Conclave

Iniziati i lavori per accogliere i cardinali elettori. Domani alle 17 preghiere a San Pietro per invocare l'aiuto dello Spirito Santo

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) Antonio Gaspari | 1013 hits

Pur con un ritmo di lavori che sembra lento, i cardinali del Sacro Collegio stanno lavorando per preparare il conclave ed andare a votare il nuovo Pontefice.

Nella terza congregazione generale che si è svolta questa mattina tra le 9.30 e le 12.40 nell’aula nuova del sinodo in Vaticano, erano presenti 148 porporati, di cui 110 elettori.

Non sono ancora a Roma 5 cardinali elettori: il Patriarca egiziano Antonios Naguib, il vescovo di Magonza, Karl Lehmann,  il vietnamita Pham Minh Man, l’arcivescovo di Varsavia, Kazimierz Nycz, e il cinese di Hong Kong, John Tong Hon.

Padre Federico Lombardi, direttore della Sala Stampa Vaticana ha detto che non risultano esserci notizie di altre defezioni e che, in termini di buon senso, nei prossimi giorni si potrebbe decidere la data di inizio del conclave.

A questo proposito il direttore della Sala Stampa Vaticana ha annunciato che da oggi sono iniziati i lavori nella Cappella Sistina. Verrà costruito un pavimento di legno, su cui poggiare sedie e tavoli per i cardinali. Verranno portate le due stufe, una per bruciare le schede delle votazioni ed una per emettere le fumate nera e bianca.

È stato proiettato anche un video della CTV con le tre urne per le votazioni.

Un’urna per raccogliere le schede dei votanti. Un’altra per raccogliere le schede scrutinate ed una d’emergenza per raccogliere le schede di cardinali elettori infermi.

Finora sono stati trentatré gli interventi dei porporati, di cui undici questa mattina. Diversi i temi affrontati, tra cui: le attività della Santa Sede e dei diversi dicasteri e i loro rapporti con gli episcopati; il rinnovamento della Chiesa alla luce del Concilio Vaticano II; la situazione della Chiesa rispetto alle esigenze della nuova evangelizzazione nel mondo, nelle diverse situazioni culturali.

Monsignor Giuseppe Sciacca, uditore generale della Camera Apostolica, ha spiegato ai presenti le modifiche apportate dal Motu Proprio del Santo Padre Papa emerito Benedetto XVI al punto 37, relativo alla decisione dell’inizio del Conclave.

Nel pomeriggio di domani, alle ore 17, alcuni cardinali si riuniranno in preghiera nella Basilica di San Pietro all’altare della cattedra al fine di invitare tutti a vivere nella preghiera il tempo di preparazione al conclave.

La preghiera inizierà con la recita in italiano e in latino dei misteri gloriosi del rosario. Seguirà l’Adorazione del Santissimo Sacramento e la celebrazione dei Vespri.

La benedizione sarà impartita dal Cardinale Angelo Comastri, mentre la celebrazione della Messa verrà spostata presso l’altare della basilica di San Pietro.

Padre Lombardi ha concluso rilevando la crescita dell’attenzione dei mezzi di comunicazione di massa.

A tutt’oggi sono 4432 gli accrediti temporanei, 600 i permanenti, 1400 le testate rappresentate, di 65 nazioni per 24 lingue diverse.