La celebrazione dell'Epifania a Milano

Il programma del card. Angelo Scola per sabato 5 e domenica 6 di gennaio 2013

Milano, (Zenit.org) | 917 hits

Sabato 5 gennaio alle ore 18 l’Arcivescovo di Milano, cardinale Angelo Scola, sarà a Brugherio (MB) presso la Parrocchia S. Bartolomeo (p.zza Roma, 24) per la Celebrazione della Messa durante la quale consacrerà il nuovo altare che custodirà le reliquie dei Santi Magi, presenti nella cittadina brianzola fin dal IV secolo. Proprio quattro secoli fa, nel 1613, le reliquie furono traslate dalla locale cappella di Sant’Ambrogio alla Chiesa parrocchiale di San Bartolomeo.

Domenica 6 gennaio alle ore 11 il cardinale Angelo Scola, celebrerà nel Duomo di Milano la Messa Pontificale. Nel corso della Celebrazione l’Arcivescovo leggerà la dichiarazione di venerabilità di papa Paolo VI, promulgata da Sua Santità Benedetto XVI lo scorso 20 dicembre. Durante il Pontificale il cardinale Scola utilizzerà il pastorale, la mitra, la croce appartenuti al cardinale Giovanni Battista Montini, già arcivescovo di Milano la cui beatificazione è ormai prossima.

Domenica 6 gennaio alle ore 13 il cardinale Scola pranzerà in Arcivescovado con 10 giovani provenienti da diversi continenti: Karen, Brenda e Pamela (Perù), Marco, Cezcelle e Joshua (Filippine), Chen (Cina), Toemenye-Venunye e Tete (Togo) e Olga (Ucraina).

Domenica 6 gennaio alle 16 in Duomo, l’Arcivescovo presiederà il Vespro dell’Epifania.

Domenica 6 gennaio alle ore 17,30 il cardinale Scola celebrerà nel Duomo di Milano la Messa nella Festa dei Popoli alla presenza di migliaia di migranti. Tema di questa celebrazione è: “Migrazioni: pellegrinaggio di fede e di speranza”.

A questa Messa in Duomo saranno presenti le diverse comunità cattoliche dei migranti: Filippini, Latino Americani, Singalesi, Rumeni, Albanesi, Ucraini, Cinesi, da tutti i Paesi africani, Giapponesi e tanti altri. In Diocesi di Milano sono circa 400.000 gli immigrati (più della metà di loro è cristiana) che hanno scelto questa terra come nuova casa per realizzare un progetto di vita nuova e soddisfacente e dove far vivere e crescere la propria famiglia.

Al termine della Messa verrà presentata l’undicesima edizione del concorso di scrittura “Immicreando” (Cfr. infra) riservato agli stranieri immigrati, organizzato dall’Ufficio perla Pastorale dei Migranti della Diocesi di Milano e dalla Fondazione ISMU.

Le celebrazioni di domenica 6 gennaio in Duomo saranno tutte trasmesse in diretta da Telenova News (canale 664) e da www.chiesadimilano.it. Radio Mater trasmetterà alle 17.30 la diretta della Messa nella Festa dei Popoli.

Tutte le info su www.chiesadimilano.it

*

IL REGOLAMENTO DI "IMMICREANDO 2013 - Concorso di scrittura"

ESSERE ITALIANI

Persone, culture, nuove appartenenze nell’Italia che cambia

* il concorso è rivolto a stranieri e ha come oggetto opere di narrativa inedite, scritte in lingua italiana in forma di racconto. Il concorso è aperto a tutti, senza limiti di età, appartenenza nazionale, sociale, religiosa e la partecipazione è gratuita.

* il testo deve essere ispirato al titolo. un racconto sul cammino dei migranti – o dei figli di genitori migranti – per ottenere la cittadinanza. Un percorso lungo e faticoso: sul piano giuridico, emotivo e simbolico, perché assumere una nuova cittadinanza significa costruire nuove identità; identità plurali: la cultura d'origine e la cultura del nuovo paese si incontrano e originano nuove forme di cultura e di vita. E' un cammino lungo e faticoso per chi è arrivato qui da grande e per svariati motivi decide di diventare italiano, ma anche per chi, nato o cresciuto in Italia, si sente italiano, ma deve comunque chiedere allo stato di riconoscerlo come tale. Un racconto fatto di esperienze, desideri, possibilità per gli italiani di oggi e di domani.

* il testo non deve superare le 10.000 battute (spazi inclusi). ogni autore può proporre un solo testo.

* il testo, inedito, dattiloscritto e stampato, deve essere spedito a: Immicreando – Concorso di scrittura, Ufficio per la Pastorale dei Migranti, piazza Fontana 2 - 20122 Milano;

oppure all’indirizzo di posta elettronica: migranti@diocesi.milano.it

* il testo deve arrivare entro il 31 marzo 2013. Farà fede il timbro postale. Insieme al testo, devono essere inviati i propri dati identificativi (nome, cognome, indirizzo, numero di telefono, indirizzo di posta elettronica) e una dichiarazione di autenticità del testo (autocertificata), rilasciata sotto la propria responsabilità. Il testo inviato al concorso non sarà restituito.

* saranno premiati tre racconti, scelti da una giuria di esperti, che stabilirà l’ordine dei primi tre classificati. La giuria si riserva il diritto di premiare i lavori più meritevoli e il suo giudizio è insindacabile.

* per i tre vincitori sono previsti i seguenti premi in denaro: € 1.000,00 al 1° classificato; € 600,00 al 2° classificato; € 400,00 al 3° classificato. La premiazione avverrà nel corso della festa diocesana delle genti, il 19 maggio 2013. E' prevista la consegna di una targa di riconoscimento per eventuali altre opere particolarmente meritorie, scelte dalla giuria.

La partecipazione al concorso comporta la totale accettazione del presente regolamento e l'automatica cessione a titolo gratuito dei diritti per la pubblicazione del testo presentato.

UFFICIO PASTORALE MIGRANTI piazza Fontana, 2 - 20122 Milano t. 028556.455/6 - f. 028556.406 migranti@diocesi.milano.it

FONDAZIONE ISMU via Copernico, 1 - 20125 Milano t. 026787791 - f. 0267877979 www.ismu.org