La Chiesa a servizio del sistema sanitario in Italia

A Roma, il XIV Convegno Internazionale rivolto agli operatori della pastorale della sanità organizzato dalla CEI

| 885 hits

ROMA, venerdì, 15 giugno 2012 (ZENIT.org) – “Un nuovo paradigma per la Sanità in Italia. La Chiesa a servizio del cambiamento” è l’obiettivo che si propone la Conferenza Episcopale Italiana, oltre che il titolo del XVI Convegno Internazionale che si svolgerà il 18-20 giugno, presso il Centro Congressi CEI, a Roma, in via Aurelia 796.

L’incontro si rivolge a tutti i Direttori degli uffici diocesani per la pastorale della sanità, alle associazioni e agli operatori della pastorale sanitaria. Numerosi ospiti interverranno durante le diverse sessioni del Convegno: S.E. mons. Mariano Crociata, Segretario generale della Cei; S.E. card. Carlo Caffarra, Arcivescovo di Bologna; mons. Lorenzo Leuzzi, Vescovo Ausiliare per la Diocesi di Roma; Mons. Andrea Manto, Ufficio Nazionale per la pastorale della sanità; Don Carmine Arice, Associazione Italiana Pastorale Sanitaria; S. E. Mons. Giuseppe Merisi, Vescovo di Lodi.

Tra gli argomenti trattati: la salute e la sanità in Italia; i nodi della sanità; il lavoro in sanità tra integrazione e innovazione che verranno affrontati attraverso interventi e gruppi di approfondimento e proposta.

L’effetto combinato di fattori demografici, culturali e sociali e la crescente pressione determinata dalla situazione economica e dagli sviluppi tecnico-scientifici, ci mettono di fronte alla necessità di ripensare il modello di salute e l’organizzazione dei servizi di cura alla popolazione del nostro Paese.

In questo scenario di cambiamento la Chiesa, con la sua visione antropologica e la sua tradizione vivente di cura e tutela delle persone più fragili, si pone al servizio del bene comune e sostiene ogni innovazione che rispetti l’uomo e la sua dignità di persona.

Il Convegno si propone di riflettere sulle modalità con cui il Vangelo possa suscitare prassi efficaci di accompagnamento dei cambiamenti in atto. Le testimonianze di prossimità, l’educazione a relazioni e stili di vita buoni e l’impegno culturale, frutto autentico dell’evangelizzazione, costituiscono le basi di un nuovo paradigma, a vantaggio di tutti i soggetti coinvolti (in primis ammalati, famiglie, operatori sanitari) e per la piena umanizzazione del mondo della salute.

“La consapevolezza che il servizio ai malati e ai sofferenti è «parte integrante della missione della Chiesa» rende urgente incorporare nel progetto evangelizzatore la promozione della salute e l’impegno per alleviare la sofferenza e la cura degli infermi, in ossequio al comando di Cristo, il cui agire connette strettamente il compito di evangelizzazione e la guarigione dei malati.

Nella cura amorevole della persona e nella promozione della salute è infatti insita un’attesa e un’esperienza di liberazione e di amore che diventa segno e annuncio di una salvezza integrale”.

(Dalla Nota CEI sulla pastorale della salute: “Predicate il Vangelo e curate i malati”, n. 2).

Per maggiori informazioni:

salute@chiesacattolica.it

tel: 06 - 66398456