La Chiesa al fianco dei politici, "in difesa delle verità morali della legge naturale"

Il segretario di Stato vaticano card. Parolin è intervenuto alla Conferenza annuale dell'International Catholic Legislators Network, dove erano presenti politici cattolici di tutto il mondo

Citta' del Vaticano, (Zenit.org) Redazione | 467 hits

Il compito di un politico cattolico è, nella società di oggi, oltre modo impegnativo. Numerose leggi in tutto il mondo minacciano la famiglia o “addirittura accelerano la sua dissoluzione”. Si fa inoltre sempre più necessario “promuovere lo sviluppo integrale dei membri più trascurati della società”. Per questo i politici cattolici hanno bisogno della Chiesa, “che mette a disposizione i suoi sacramenti, consigli e impegno in difesa delle verità morali della legge naturale”.

È questo il messaggio che il segretario di Stato vaticano card. Pietro Parolin ha rivolto ai partecipanti alla V Conferenza annuale dell’International Catholic Legislators Network, organizzato a Frascati dal 28 al 30 agosto. Tre giorni di lavoro in cui parlamentari cattolici provenienti da tutto il mondo hanno discusso del loro impegno politico e delle difficoltà di tradurre i valori del Vangelo in società sempre più secolarizzate.

L’International Catholic Legislators’ Network è stato fondato nel 2010 dal cardinale arcivescovo di Vienna Christoph Schönborn e da David Alton, membro cattolico della Camera dei Lord, proprio per sostenere i legislatori cattolici nel loro difficile lavoro, che il segretario di Stato vaticano ha definito "parte vitale dell'apostolato dei laici". Nella conclusione del suo intervento, il card. Parolin ha rivolto l’incoraggiamento ad approfondire l’impegno personale dei politici cattolici “affinché la loro testimonianza e dialogo con il mondo possano portare frutti duraturi”.