La Civiltà Cattolica "cambia volto"

Venerdì sarà presentata la nuova versione della storica rivista dei gesuiti, nel formato cartaceo e in quello digitale

Roma, (Zenit.org) | 471 hits

Il prossimo 5 aprile, alle ore 11.30, presso la Sala Stampa Vaticana (via della Conciliazione 54) verrà presentato alla stampa il primo numero della nuova versione de La Civiltà Cattolica.

Saranno presenti l’arcivescovo mons. Claudio Maria Celli, presidente del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali, mons. Antoine Camilleri, sotto-segretario per i rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato, e padre Antonio Spadaro, direttore de La Civilità Cattolica. Modera padre Federico Lombardi.

Nell’anniversario dello stesso giorno di uscita del primo fascicolo della rivista della Compagnia di Gesù (6 aprile 1850), il 6 aprile 2013, La Civiltà Cattolica si presenta fortemente rinnovata.

A livello di impaginazione grafica, cambia la copertina, che si ispira a quella in uso fino al 1970, e il carattere dei testi: si userà un font open source in uso in ambito accademico. Muta anche la struttura: scompaiono le «cronache» per lasciar posto ai «focus», approfondimenti critici sulla contemporaneità di carattere politico, economico, internazionale, di società, di diritto.

La riflessione sulla Chiesa ha un posto fisso al centro della rivista; appaiono nuove rubriche mobili quali il «Profilo» e l’«Intervista». Aumenterà anche la presenza di firme internazionali di padri gesuiti e la varietà degli argomenti trattati.

L’obiettivo resta quello sintetizzato da Papa Francesco: «raccogliere ed esprimere le attese e le esigenze del nostro tempo» e «offrire gli elementi per una lettura della realtà» con «una particolare attenzione nei confronti della verità, della bontà e della bellezza».

La rivista diventa disponibile anche in formato digitale su tutti i tablet con applicazioni su iPad, iPhone, Android, Kindle Fire e Windows 8. Tutti i lettori con un solo abbonamento potranno leggerla sia in formato cartaceo sia in quello digitale. Sono inoltre già attivi un account Twitter (@civcatt) e una pagina Facebook (http://www.facebook.com/civiltacattolica) istituzionali.

Inoltre, grazie alla collaborazione di Google, è stato avviato un progetto per cui saranno resi fruibili su web tutti i fascicoli pubblicati dal 1850.  Sono previste anche forme instant book digitali che raccolgono articoli pubblicati nel corso degli anni su alcuni argomenti significativi per offrire al lettore una panoramica esaustiva di come è stato trattato.   

I gesuiti che oggi compongono la redazione della Civiltà Cattolica sono convinti che – come disse loro Benedetto XVI nel 2006 – «La Civiltà Cattolica, per essere fedele alla sua natura e al suo compito, non mancherà di rinnovarsi continuamente».