La Comunità di Sant'Egidio organizza un incontro interreligioso a Monaco

In preparazione al grande incontro di Assisi con il Papa

| 1051 hits

MONACO, martedì, 19 luglio 2011 (ZENIT.org).- L'11 settembre prossimo, decimo anniversario dell'attentato alle Torri Gemelle di New York, l'Arcivescovo di Monaco (Germania), il Cardinale Reinhard Marx, e la Comunità di Sant'Egidio hanno convocato in questa città un importante incontro interreligioso.

L'evento, sul tema “Bound to Live Together. Religions and Cultures in Dialogue”, durerà tre giorni, fino al 13 settembre, secondo quanto ha reso noto la Comunità di Sant'Egidio in un comunicato.

All'incontro assisteranno i leader delle grandi religioni mondiali, Capi di Stato e rappresentanti del mondo della cultura.

In particolare, vi prenderanno parte i rappresentanti del Governo tedesco. L'incontro sarà infatti inaugurato dal Presidente della Repubblica, Christian Wulff, mentre la cancelliera Angela Merkel parlerà durante l'Assemblea Plenaria del 12 settembre.

Per la Santa Sede, saranno presenti i Cardinali Kurt Koch (del Pontificio Consiglio per la Promozione dell'Unità dei Cristiani), Roger Etchegaray (emerito di Giustizia e Pace) e Leonardo Sandri (Chiese Orientali).

Ci saranno anche gran parte dell'episcopato tedesco, guidato dal suo presidente, monsignor Robert Zollitsch, e Cardinali provenienti da grandi città europee: Crescenzio Sepe (Napoli), Philippe Barbarin (Lione), Péter Erdő (Budapest) e Lluís Martínez Sistach (Barcellona).

Per le comunità cristiane della Riforma, saranno presenti il presidente della Chiesa Evangelica Tedesca (EKD) e il Vescovo Johannes Friedrich.

Da parte delle Chiese ortodosse parteciperanno il patriarca Daniel della Chiesa ortodossa rumena, il primate Crisostomo II della Chiesa di Cipro, il patriarca Paulos della Chiesa ortodossa etiope e il patriarca Aram I degli Armeni di Cilicia. Per il Patriarcato di Mosca parteciperà il metropolita Filarete di Minsk.

Dal mondo ebraico è prevista la presenza del rabbino capo di Israele, Yona Metzger, e dei rabbini capi di Roma, Riccardo di Segni, di Colonia, Jaron Engelmeyer, della Russia, Berl Lazar, e della Turchia, Isak Haleve.

Per il mondo musulmano, saranno presenti, tra gli altri, il portavoce dell'Università Al-Azhar, Mohammed Rifaah al-Tahtawi, il presidente del Centro Islamico di Nuova Delhi, Wahiduddin Khan, e il presidente della più grande organizzazione islamica del mondo, la Nahdlatul Ulama dell'Indonesia, Said Aqil Siroj.

Ci saranno anche rappresentanti del buddismo provenienti da Giappone, Sri Lanka e Cambogia, delle antiche religioni indiane e di altre religioni, come lo scintoismo.

Il Cardinale Marx, presentando l'incontro alla stampa il 7 luglio scorso, ha affermato che vuole essere una “preparazione” all'evento convocato da Papa Benedetto XVI a ottobre ad Assisi.