La Conferenza Episcopale Spagnola premia il film “La Passione di Cristo”

| 816 hits

MADRID, mercoledì, 23 giugno 2004 (ZENIT.org).- La Commissione dei Mezzi di Comunicazione della Conferenza Episcopale Spagnola consegna ogni anno il “Premio ¡Bravo!” a giornalisti, scrittori, registi, cantanti e autori dei diversi mezzi di comunicazione che si sono distinti “per il servizio alla dignità dell’uomo, ai diritti umani e ai valori evangelici”.



Per la sezione Cinema del “Premio ¡Bravo!” è stato designato il film “La Passione di Cristo”, diretto da Mel Gibson, per aver mostrato al mondo contemporaneo la figura di Cristo e il Suo sacrificio redentore per la salvezza degli uomini attraverso una notevole opera cinematografica, estremamente realistica e piena di profondo senso religioso.

* * *


PREMIO ¡BRAVO! SPECIALE:
E’ andato alla scrittrice e giornalista Dª María Salas Larrazábal per il suo lungo percorso personale e divulgativo, sia nel mondo editoriale che in quello giornalistico, a favore della promozione della dignità e della missione della donna nella società e nella Chiesa, il tutto realizzato con un grande senso di impegno cristiano ed ecclesiale.

PREMIO ¡BRAVO! PER LA STAMPA:
E’ stato assegnato alla rivista “Nuestro Tiempo”, edita da cinquant’anni dall’Università della Navarra. Questa pubblicazione mensile è diventata un’autentica scuola di giornalismo in cui, basandosi sulla dimensione trascendente della persona e sulla concezione della professione giornalistica come servizio alla verità, si sono formate molte generazioni di comunicatori. Nelle sue pagine si è riusciti ad unire qualità redazionale e grafica e profondità nel trattare l’attualità e i contenuti culturali.

PREMIO ¡BRAVO! PER LA RADIO:
Alla giornalista Dª Tina Barriuso Gutiérrez, direttrice del programma “Contigo en la distancia”, della Radio Nazionale di Spagna (RNE), uno spazio radiofonico in cui la dimensione sociale della comunicazione si fa eco delle cause più nobili a favore della persona umana, soprattutto dei più bisognosi, contribuendo così con grande agilità e interesse a creare una vera cultura della solidarietà

PREMIO ¡BRAVO! PER LA TELEVISIONE:
Ai Servizi Informativi di “Popular TV”, per essere riusciti a creare nell’ambito delle televisioni locali una nuova offerta informativa, realizzata da comunicatori giovani, con risorse materiali modeste e un’ampia visione dei criteri informativi, aperta al senso sociale della comunicazione e ai valori trascendenti dell’essere umano.

PREMIO ¡BRAVO! PER LA MUSICA:
Al disco “Coloquio de Amor”, di Sonia Rivas-Caballero, Octavio Lafourcade e Belón Yuste, della casa discografica RTVE e in cui sono raccolte delle poesie di Santa Teresa di Gesù, San Giovanni della Croce e della beata Ana di San Bartolomeo, cantate su una base costituita da musica spagnola del XVI secolo. Quest’opera riesce a rendere musicalmente attraente per l’uomo contemporaneo elementi essenziali del messaggio dei grandi mistici spagnoli.

PREMIO ¡BRAVO! PER LE NUOVE TECNOLOGIE:
All’Agenzia “Zenit”, per essere riuscita ad avvalersi in modo eccellente dell’apporto della tecnologia informatica, soprattutto di Internet, ponendola al servizio della comunicazione sociale, soprattutto dell’informazione religiosa, riuscendo così a far arrivare la vita e il pensiero della Chiesa a molti mezzi di comunicazione e a centinaia di migliaia di persone di tutto il mondo.

PREMIO ¡BRAVO! AL LAVORO DIOCESANO NEI MEZZI DI COMUNICAZIONE:
Al sacerdote D. Juan Antonio Paredes Muñoz, delegato diocesano per i Mezzi di Comunicazione Sociale di Málaga, per il suo percorso pastorale a favore di una maggiore presenza della Chiesa nell’ambito della comunicazione, realizzata attraverso la sua opera di comunicatore religioso, e per l’avvio di nuovi progetti comunicativi nella sua diocesi, nei quali ha animato il lavoro di un buon numero di collaboratori e volontari.