La Congregazione per la Dottrina della Fede ha un nuovo Prefetto

Monsignor Gerhard Ludwig Müller succede al cardinale William Levada

| 1263 hits

di Anita Bourdin

CITTA' DEL VATICANO, lunedì, 2 luglio 2012 (ZENIT.org) - Benedetto XVI ha nominato un teologo tedesco, nuovo Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede. Si tratta di monsignor Gerhard Ludwig Müller, 64 anni, finora vescovo di Ratisbona, che è stato anche elevato alla dignità di arcivescovo.

Mons. Müller succede al cardinale statunitense William Joseph Levada, che ha ricoperto l'incarico dal 13 maggio 2005, e le cui dimissioni per motivi di età sono state accettate dal Pontefice. Il cardinale Levada, succeduto al cardinale Joseph Ratzinger alla guida del dicastero dopo l'ascesa al soglio petrino di quest'ultimo, è nato il 15 giugno 1936 e quindi ha compiuto quest'anno il suo 76° compleanno.

Il nuovo Prefetto diventa ipso facto Presidente degli altri organismi che cadono sotto la Congregazione per la Dottrina della Fede, cioè della Pontificia Commissione «Ecclesia Dei», della Pontificia Commissione Biblica e della Commissione Teologica Internazionale.

La scorsa settimana, Benedetto XVI aveva già nominato un nuovo vice-presidente della Commissione «Ecclesia Dei», un'istituzione nevralgica a causa del dialogo con la Fraternità San Pio X, nella persona dell'italo-americano monsignor Augustine Di Noia.

Nato a Magonza (Mainz) il 31 dicembre 1947, mons. Müller è stato ordinato sacerdote per la diocesi di Magonza nel 1978 ed è diventato vescovo di Ratisbona nel 2002: in questa veste ha accolto Papa Benedetto XVI durante il suo viaggio in Germania nel settembre 2006.

La sua tesi di Teologia, presentata nel 1977, era dedicata al teologo protestante tedesco Dietrich Bonhöffer, noto per la sua opposizione al regime nazionalsocialista ed ucciso per impiccagione dai nazi nel campo di concentramento di Flossenbürg. Mons. Müller ha insegnato Teologia dogmatica presso l'Università di Monaco di Baviera dal 1986.

Il suo motto episcopale è Dominus Iesus (Gesù è il Signore), dalla Lettera di San Paolo ai Romani (10, 9). Dominus Iesus è anche il titolo di un documento della stessa Congregazione per la Dottrina della Fede. Il nuovo Prefetto è anche membro della Congregazione per l'Educazione Cattolica e dei Pontifici Consigli della Cultura e per la Promozione dell'Unità dei cristiani.

All'interno della Conferenza Episcopale Tedesca ha guidato la Commissione ecumenica. È inoltre vice-presidente dell'Associazione delle Chiese Cristiane in Germania e primo presidente della Società per la Promozione dell'Istituto della Chiese orientali di Ratisbona.

Il nuovo Prefetto è un amico personale del Papa: è stato scelto come editore delle Opera Omnia di Joseph Ratzinger/Benedetto XVI.

Lui stesso è autore di circa 400 pubblicazioni su temi di teologia dogmatica, ecumenismo, eccetera.

Mons. Müller è stato anche allievo del teologo domenicano Gustavo Gutiérrez, ritenuto il “padre” della teologia della liberazione in America Latina.

[Traduzione dal francese a cura di Paul De Maeyer]