La Diocesi di San Benedetto del Tronto è viva ed è in cammino!

Nel 17° anniversario dell'ordinazione del Vescovo, si è tenuta sabato in cattedrale la veglia per la pace in Siria e per il nuovo anno pastorale. Questa sera un incontro importante con Don Antonio Loffredo

San Benedetto del Tronto, (Zenit.org) | 388 hits

Sabato 7 settembre, si è tenuta presso la cattedrale Madonna della Marina, gremita di fedeli, la solenne celebrazione per la giornata mondiale di preghiera e di digiuno per la Pace in Siriae per il nuovo anno Pastorale, nel XVII anniversario di consacrazione del nostro Vescovo Gervasio Gestori. La Santa Messa è stata presieduta da S.E.R. Mons. Gervasio Gestori.

Il Vicario generale Don Romualdo Scarponi, nel saluto iniziale ha tra l’altro detto: “Questa circostanza del 17° anniversario ci spinge ad esprimere i sentimenti di profonda gratitudine verso la sua persona e manifestare la testimonianza di un rinnovato impegno di comunione e di vicinanza al proprio Vescovo.”

Il Vescovo Gervasio Gestori nell’omelia ha presentato le linee pastorali per il nuovo anno e a proposito dell’anniversario della sua consacrazione ha detto: “Sono infinitamente grato a Dio per il dono di essere vostro vescovo e largamente riconoscente a voi per il lungo accompagnamento attento e affettuoso durante questi anni. Chiedo ancora la carità preziosa della vostra preghiera, perché possa essere fedele al Signore fino all’ultimo respiro terreno della mia anima”.

Ora la comunità diocesana è chiamata a vivere un primo momento di formazione sul tema: “Non facciamoci rubare la speranza”. Presbiteri, diaconi, religiosi e laici sono invitati mercoledì 11 settembre dalle ore 19.30 alle ore 22.30 (è previsto un break) presso le suore Concezioniste di San Benedetto del Tronto. Presenzierà il Vescovo Gervasio Gestori.

L’incontro sarà guidato da Don Antonio Loffredo e si suoi ragazzi, parroco di un quartiere complicato e particolare come il Rione Sanità, in una città ricca di contraddizioni ma anche di talenti come Napoli.

Avranno sicuramente molto da raccontarci e da darci indicazione anche a noi perché possiamo alimentare la speranza.

Con l’occasione sarà presentato anche il libro scritto da Don Loffredo “Noi del Rione sanità”.