La festa di San Giuseppe sottolinea l’influenza della famiglia sui bambini; afferma il Papa

Si celebra il prossimo venerdì

| 180 hits

CITTA’ DEL VATICANO, mercoledì 17 marzo 2004 (ZENIT.org).- Giovanni Paolo II ha invitato a vivere la festa di San Giuseppe, sposo della Vergine Maria, che avrà luogo venerdì prossimo, come una opportunità per riflettere sulla influenza decisiva della famiglia per il futuro dei bambini.



“Questa solennità esorta le famiglie di oggi, confortate dall’esempio di Maria e di Giuseppe, i quali con amore curano il Verbo Incarnato, ad attingere dal loro stile di vita le ispirazioni nell’operare le scelte quotidiane di vita e le forze per superare le difficoltà” ha affermato il Santo Padre nella sintesi della catechesi fatta in lingua polacca al termine dell’Udienza generale del mercoledì.

“Soltanto in una famiglia autentica, unita durevolmente e amorosa, i figli possono raggiungere la sana maturità, attingendo l’esempio d’amore gratuito, di fedeltà, di dedizione reciproca e di rispetto per la vita”, ha poi aggiunto.

Parlando poi in italiano, il vescovo di Roma ha invitato i giovani a seguire l’esempio di San Giuseppe per “corrispondere ogni giorno ai desideri del Signore”.

In seguito, rivolgendosi agli infermi il Papa, li ha chiamati a cercare nella figura del padre adottivo di Gesù un “sostegno nella sofferenza”.

Ed infine, ai novelli sposi, alcuni dei quali giunti in piazza San Pietro per l’incontro con il Papa vestiti con l’abito da cerimonia, il Pontefice ha rivolto l’invito “ad essere sempre docili ai disegni divini” come San Giuseppe.