La Forza della Verità

Sarà presentato a Rieti il 19 ottobre il libro di padre Tomás Týn

| 810 hits

ROMA, lunedì, 15 ottobre 2012 (ZENIT.org).- Sarà presentato a Rieti il 19 ottobre alle ore 16 il libro “La Forza della Verità-lezioni di teologia di P. Tomáš Týn”, edito da Diffusioni Editoriali Umbilicus Italiane (DEUI).

Tomáš Týn è stato un religioso e filosofo domenicano nato nella Repubblica ceca. Ha insegnato a lungo in Italia e benché sia salito al cielo in giovane età, ha lasciato un ricordo di sé molto forte.

Per le sua tante opere di bene in campo teologico e caritatevole è in corso una causa di beatificazione.

Alla presentazione parteciperanno Padre Giovanni Cavalcoli OP, Accademico Pontificio

Docente di Metafisica nello Studio Filosofico Domenicano di Bologna e Vicepostulatore della Causa di Beatificazione del Servo di Dio P. Tomáš Týn.

L’Avv. Gianni T. Battisti Diplomato in Teologia STD Giovanni XXIII º  Presidente Centro Culturale P. Tomáš Týn Rieti, il Prof. Giovanni Zenone Editore, Fede & Cultura, il Prof. Angelo Marocco Editore, If Press, la Prof.ssa Francesca Pannuti Docente di Teologia e Filosofia Bologna, saggista, il Dr. Francesco Bernardini Direttore Circolo Ragionar Cattolico.

Al termine del Convegno vi sarà un intervento dell’Avv. Antonello Ranucci, Studioso di Sindonologia, che illustrerà gli ultimi risultati delle ricerche sulla Sacra Sindone.

Per comprendere appieno scopo e finalità del libro riportiamo di seguito la prefazione al libro scritta da il Dr T. Gianni Battisti.

“Il contatto diretto mediante la lettura, lo studio, la meditazione dei testi, con la sapienza filosofica e teologica del Servo di Dio P. Tomáš Týn OP ha costituito per chi redige queste brevi   note di prefazione al testo un’esperienza davvero unica ed esaltante. Si è trattato di un grande viaggio della mente, ma anche del cuore,  viaggio volto alla  scoperta e riscoperta, nonché  all’ approfondimento”scientifico”, delle immutabili ed intramontabili verità cristiane e cattoliche.

L’“arte” teologica  di questo straordinario sacerdote e religioso domenicano è in grado, a merito della sua grande purezza dottrinale di tomista convinto e convincente, di ammaliare  e conquistare lo spesso smarrito e disorientato uomo contemporaneo sballottato da “mille venti di dottrina” in un mondo come il nostro ove pullulano “teologastri” e più in generale cattivi maestri di tutte le risme, non di rado, ahimè, anche all’interno della compagine ecclesiale, cattivi maestri (non solo moderni e contemporanei in verità), le cui magagne intellettuali e dottrinali vengono messe da Padre Tomáš, sempre con carità cristiana, rispettando con ciò il carisma domenicano della Caritas Veritatis, ma con santo impeto di fraterna correzione, inesorabilmente allo scoperto.

Il libro, che contiene appunto  alcune straordinarie lezioni del P. Tomáš tenute a Bologna negli anni 1987 e 1988,  ha in effetti il fascino di un romanzo e tutta la forza della Verità. La freschezza, l’attualità, la forza espressiva, la profonda sapienza dottrinale di metafisico di razza, ma anche una certa dolcezza e delicatezza nei modi espositivi, dolcezza che si addice ad un santo, connotano le lezioni qui proposte che risultano avvincenti ed in grado di appassionare anche il profano alla Sacra Teologia.

In effetti il criterio redazionale adottato, in sinergia con P. Giovanni Cavalcoli e con l’editore, è stato quello di lasciare sostanzialmente intatte le vibranti lezioni, con tutte le tipiche interiezioni e l’intercalare inconfondibile, intervenendo solo qua e là per rifinire e sistematizzare un materiale comunque nato in forma orale mediante l’esposizione scaturita dalla voce tonante del nostro amato predicatore domenicano, voce registrata su nastro dagli studenti.

Inutile sottolineare ancora in tal senso che la sostanza del discorso è rimasta pressochè invariata. In un paio di occasioni si è pensato poi di aggiungere delle parti dello stesso contenuto dottrinale prese da altre analoghe lezioni quando il nastro si interrompeva lasciandoci sul più bello (lo si è fatto ad esempio aggiungendo ad una lezione che si interrompeva un altro blocco che esplicitava il dogma cristologico calcedonese), ma questo non ha minimamente inciso, dicevamo, sulla autenticità e genuinità dell’esposizione, cosicchè, una volta trasportato tutto su materiale cartaceo, il risultato  è apparso  comunque eccellente, anzi ci sia consentito di ribadire, avvincente.

Viviamo indubbiamente tempi, anche in campo filosofico e teologico, fragili, segnati dal relativismo, dall’”ideologia” del politically correct e dal cd “pensiero debole”, pensiero che non chiama mai le cose con il loro nome ed è lontano mille miglia dal sano realismo tomista del Servo di Dio.

Ebbene in tale scenario culturale e non solo, scenario culturale anche in ambito cattolico colpevolmente, ahime', dimentico della Philosophia Perennis, la sapienza metafisica di Padre Tomáš Týn “maestro di sapienza e padre nella fede”, profondamente consapevole del fatto che Qui ignorat Metaphysicam in Theologia semper erit peregrinus, restituisce, autentico dono di Dio,  un po’ della Luce di Cristo alle “pecorelle smarrite” di questo mondo ed alla Sacra Teologia.

Abbiamo fatto cenno alla Sacra Teologia. Quasi novello San Tommaso d’Aquino – arrivato come d'incanto ai nostri giorni per grazia di Dio a far apostolato nei mitici 15 anni bolognesi del XX° secolo che il Signore Gli concesse fino alla santa immolazione della sua vita nel 1990 per la libertà della Chiesa nella sua Patria, l’allora Cecoslovacchia -, Padre Tomáš Týn restituisce alla Sacra Teologia, non solo per mezzo delle opere che ci ha lasciato, ma anche attraverso queste lezioni, la sua immensa nobiltà rendendola ancor più ed ancor meglio, in accordo con i grandi santi del passato e del presente, la “Scienza dei Santi”.