La gara per la vita

Nella petizione "Uno di noi", l'Italia è al secondo posto per numero di firme dietro la Polonia

Roma, (Zenit.org) Elisabetta Pittino | 1032 hits

Prosegue la raccolta delle firme per l’Iniziativa Popolare Europea One of us (Uno di Noi), promossa dai movimenti per la vita europei e, per l’Italia, dal MPV.

Il sostegno a Uno di Noi, a difesa della vita e della dignità del bambino nella fase embrionale, può essere dato firmando l’iniziativa o sul modulo cartaceo oppure online sul sito europeo www.oneofus.eu e sul sito italiano www.mpv.org, seguendo le indicazioni.

Per firmare c’è tempo fino al 1 novembre 2013, ma chi può firmi subito. A poche settimane dall’inizio della petizione online in Europa le sottoscrizioni sono in continuo aumento, con un incremento di oltre 1000 firme al giorno. Il 25 gennaio le firme raccolte nell’UE erano 24933, contro le 16238 della scorsa settimana.

Il paese con il maggior numero di firme fino alla settimana scorsa era l’Italia con 4308 firme, mentre questa settimana pur raggiungendo la quota 6043, l’Italia viene battuta dalla Polonia che da 3954 passa a 6535 firme. La Polonia è anche il paese con maggiore incremento di firme nella graduatoria settimanale.

Al terzo posto la Spagna con 4839 firme supera l’Ungheria che scende al 4° posto totalizzandone 3188. Seguono Germania con 1238, Austria con 908 e Francia con 573 firme, poi tutti gli altri paesi UE. Fanalino di coda è Cipro con nessuna firma! Ciprioti per la vita dove siete?

Questa è la graduatoria delle firme on-line secondo i dati forniti dalla Commissione Europea. Si apre una nuova settimana di “sfida per la vita” tra i paesi Ue: quale sarà il paese più pro-life della settimana?

L’Italia tornerà al 1° posto, oppure la Polonia diventerà sempre più invincibile? Spagna e Ungheria si accontenteranno del 3° e 4° posto oppure faranno il grande balzo? Ci sorprenderanno gli altri Paesi e a Cipro si troverà qualcuno che è per la vita? Lo scopriremo nei prossimi giorni, intanto buona gara popolo della vita! Firmate, firmate, firmate...