La Madonna di Lourdes raccontata dai santini

Un originale ed esclusiva raccolta di immaginette sacre

| 1320 hits

di Antonio Gaspari

ROMA, sabato, 11 febbraio 2012 (ZENIT.org).- Proprio prima che il volume con relativo album “I Santini della Madonna di Lourdes” andasse in stampa era giunta la notizia che cinque persone – quattro donne e un uomo – sono guarite in modo inspiegabile nel corso degli ultimi anni in seguito ad un pellegrinaggio al Santuario Mariano di Lourdes.

Il comitato medico internazionale ha dichiarato le cinque guarigioni come inconcepibili per la razionalità umana; per essere proclamati come miracoli però serve il riconoscimento da parte del Vescovo di residenza delle persone in questione.

Il perché delle guarigioni è uno dei misteri che la raccolta delle immaginette cerca di indagare. Ma il vero e più grande mistero rimane l’amore dolce e infinito che Maria prova nei confronti delle sofferenze umane.

La Vergine senza peccato che, umile e pia obbedisce a tutto ciò che il Signore le chiede, già dalle nozze di Cana si permette di intercedere presso Gesù perché intervenga per aiutare gli esseri umani.

Il Vangelo di Giovanni ci dice che “ci fu uno sposalizio a Cana di Galilea e c’era la Madre di Gesù.

Fu invitato alle nozze anche gesù con i suoi discepoli. Nel frattempo, venuto a mancare il vino, la Madre di Gesù gli disse: Non hanno più vino. E Gesù gli rispose: Che ho da fare con te, donna ? non è ancora giunta la mia ora, la Madre dice ai servi: Fate quello che vi dirà”.

Così Maria si rivolge a Gesù per chiedere attenzione ai bisogni degli uomini, e il Cristo le risponde in maniera quasi irritata.

È questa l’immagine che ci viene in mente ogni volta che Maria, in maniera soprannaturale, scende sulla Terra e appare ai veggenti.

Si tratta di interventi straordinari, che hanno lo scopo di aiutare l’umanità perché si sollevi dal peccato e riprenda la strada della salvezza. Di certo la Vergine è tenace nella supplica al Signore affinchè le permetta di venire in nostro aiuto.

C’è una preghiera mariana che tanti cattolici recitano, che si rivolge così alla Madonna: “Ricordati, o Vergine Maria, che non si è mai udito che alcuno sia ricorso al tuo patrocinio, abbia implorato il tuo aiuto, chiesto la tua protezione e sia stato abbandonato. Sorretto da tale confidenza ricorro a te, Vergine delle vergini, e mi umilio davanti a te, peccatore pentito; Madre del Verbo accetta le mie preghiere e propizia esaudiscimi”.

Per questo Maria non tradisce mai, la sua intercessione presso il Signore è certa, il suo cuore è sempre aperto alle nostre suppliche. La sua sollecitudine è proverbiale. È la Mamma di Gesù, e come ogni mamma nutre ed alimenta un amore infinito per i figli. Perdona e incoraggia sempre.

Anche per questo l’Ave Maria si conclude nella speranza che “preghi per noi” e sia al nostro fianco anche “nell’ora della nostra morte”. Maria conosce bene la sofferenza, ed è presente ed è presente dove è maggiore la prova. La Vergine nulla teme, è Immacolata e Assunta in cielo, è Lei che vincerà il male con il bene e che schiaccerà la testa del serpente.

Il ruolo e la presenza di Maria sono uno di quei misteri a cui ci si avvicina prima con il cuore che con la mente.

Le immaginette sacre svelano anche un’altra verità e cioè la bellezza di Maria. La grazia è sublime, la dolcezza infinita, la virtù è chiara. Non si può resistere alla sua bellezza. Per questo tanto più i santini che la rappresentano saranno prodotti e diffusi, più la sua grazia riempirà il mondo.

La pubblicazione raccoglie santini mirabili, in cui tutte le virtù mariane cercano la luce, lo sguardo ed il cuore di persone assetate di verità, di giustizia e di bellezza

*

Per informazioni e acquisto del volume:

IL MONDO DEI SANTINI s.r.l. –
C.so Matteotti, 10 – 48018 Faenza (RA) - tel.0546.667299 – fax. 0546.687942
sito internet: www.ilmondodeisantini.com